Musica, fumetti, teatro: qualche idea per il weekend a Treviso e provincia

Africa Unite

Le nostre proposte, dai festival internazionali chitarristico e organistico al reggae a Monastier, dalla piece di Stefano Benni alla Chiesa Votiva ai laboratori per bambini al Bailo 

TREVISO. Dalla musica classica al fumetto, dal teatro ai laboratori per bambini, ecco qualche proposta per il tempo libero in questo fine settimana a Treviso e provincia.

Per gli amanti della musica classica e strumentale Treviso si prepara ad offrire un sabato sera musicale variegato ed equamente spartito tra il palco del museo di Santa Caterina e la chiesa di Sant’Ambrogio di Fiera. A chiudere il cartellone trevigiano dell’edizione 2021 del festival chitarristico internazionale “Delle Due Città” (alle ore 20.45 a Santa Caterina), sarà “Viaggio dall’Armenia alla Spagna” con il duo composto da Laurent Boutros e Anna Swieton (chitarra e violino), impegnato nell’esecuzione di brani che hanno segnato la storia della musica classica. Boutros è uno dei compositori più apprezzati in Francia, con centinaia di concerti in Europa, Sudamerica e Asia, mentre Anna Swieton, violinista, diversifica spesso stili e formazioni dalla musica da camera a quella orchestrale. A seguire e a chiudere la serata, toccherà agli spagnoli Javier Garcia Moreno e José Manuel Cuenca (chitarra e pianoforte), interpreti della musica andalusa, accompagnati dalla ballerina di flamenco Almudena Roca. Info e biglietti in cassa stasera, oppure su www.musikrooms.com (per info tel. 320.0517000 o festival@musikrooms.com).

Sempre alle ore 20.45, all’organo “Gaetano Callido” di Sant’Ambrogio di Fiera, Roberto Menichetti, studioso di musica antica proporrà un programma dedicato interamente all’organo protagonista delle diverse espressioni musicali nel Settecento. Il concerto, inserito nel programma della 33esima edizione del Festival Organistico Internazionale “Città di Treviso e della Marca Trevigiana”, vuole essere una sorta di excursus sonoro attraverso le forme compositive che hanno trovato respiro e libertà nel repertorio organistico settecentesco, in particolar modo affrontando artisti italiani e transalpini. Ingresso libero, fino ad esaurimento dei posti disponibili, con Green pass. 

******

Era il 1981, quando, dopo la scomparsa di Bob Marley, Bunna e Madaski formarono gli Africa Unite. Un percorso che li ha portati a diventare il gruppo più longevo del reggae italiano: 40 anni dopo, la band piemontese celebra l'anniversario con il “Combo Session”, tour che questa sera giunge al Krach Club di Monastier (biglietti a 15 euro e obbligo di Green Pass, dalle 21.30). Bunna, voce e fondatore degli AU, racconta passato e futuro dei "vecchiacci" del reggae di Pinerolo.

******

Entra nel vivo, con un sabato di incontri e di eventi collaterali, il Treviso Comic Book Festival. Si inizia a mezzogiorno, con due esposizioni che inaugurano in contemporanea negli spazi di Fondazione Benetton: “Davide Toffolo, Primitivo del futuro” e “Rhytmic space” di Lucio Schiavon.

La prima, curata da Paola Bistrot dell’associazione VivaComix, raccoglie 150 disegni, tavole originali, serigrafie e videoclip realizzate a partire dai primi anni '90 dal fondatore dei Tre Allegri Ragazzi Morti. La seconda vede la produzione del celebre illustratore veneziano Schiavon, tra racconti di Venezia, New York e paesaggi senza tempo. La partecipazione è solo su prenotazione (tcbf21.eventbrite.com). Nel pomeriggio, in piazza dei Signori (dalle 16), appuntamento con il live painting dedicato al mondo della ristorazione in compagnia di Ale Giorgini, Sarah Mazzetti e Osvaldo Casanova, pronti a decorare i pannelli di plexiglas. In serata, alle 19 al Dump, apertura di “Notorious B.I.G. sky’s the limit”, con le illustrazioni di Paolo Gallina.

******

Si ride con “La signorina Papillon” della compagnia Stabile del Leonardo, stasera alle 21 all’Arena Aurora della Chiesa Votiva di Treviso. Lo spettacolo, organizzato dall’associazione “Teatro che Pazzia”, mette in scena la più esilarante fra le opere teatrali di Stefano Benni, ambientata in un mondo popolato da poeti eccentrici e da cortigiane parigine, militari in carriera e fratelli massoni, in una Parigi corrotta di fine ottocento. Biglietto 10 euro. Prenotazioni al sito www.teatrochepazzia.it, cell. 345.2928137.

*******

“Un fiume di segni” è il laboratorio creativo gratuito per bambini dai 5 ai 10 anni, che Gala Rotelli che terrà oggi e domani al Museo Bailo di Treviso. I piccoli partecipanti saranno chiamati a riempire un percorso fatto di fogli di carta riciclata, che si snoderà come un fiume all’interno del museo. Prenotazione al cell. 347.3714952. 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Il primo prototipo di una moto elettrica per esplorare la Luna

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi