Paolin: «Il prossimo mandato sarà incentrato sul sociale»

La Lega-Salvini sostiene la sindaca uscente: «Tanti progetti avviati  da completare, puntiamo su co-housing e rilancio demografico» 

oderzo

«La nostra lista va dai 24 agli 83 anni: rappresenta tutta la società, tutte le professioni e tutto il territorio». È così che Paola Paolin, consigliere comunale uscente, presenta la lista con cui la Lega sostiene Maria Scardellato nella corsa per il suo secondo mandato a Ca’ Diedo. «Bisogna poter avviare i progetti già finanziati e completare quelli avviati, ma abbiamo molte idee nuove per continuare nel rilancio della città», assicura Paolin. Il prossimo mandato la Lega lo immagina come quello delle riqualificazioni: c’è da prendere per mano la caserma Zanusso, il Foro boario di via Donizetti e l’ex Besta: «È stata una nostra proposta condivisa da tutta la coalizione quella di trasformare l’edificio di via Piave in un co-housing, in modo da aiutare gli anziani del territorio e contrastare il calo demografico», dice Paolin, che vuole puntare i fari sul sociale. Per questo spiega che verrà realizzata anche una struttura ricettiva a disposizione dei ragazzi disabili rimasti senza genitori: «Bisogna sostenere anche lo sport, perché ha una grande valenza sociale: abbiamo portato a termine i lavori della nuova palestra Amalteo e del palasport, ora pensiamo allo stadio. Abbiamo lavori da 2 milioni di euro con cui rifaremo l’illuminazione, la pista d’atletica e il campo d’allenamento, che diventerà tutto sintetico», dice la consigliera.


Paolin mette al centro del programma leghista anche l’attenzione alle scuole. Ricorda gli investimenti milionari sulle scuole medie Amalteo e quelli sulle elementari Parise, che saranno abbattute e ricostruite: «Poi interverremo sull’asilo di Piavon, dove ricaveremo anche degli appartamenti per le emergenze abitative, e sulle elementari di Colfrancui: serve procedere con l’efficientamento energetico», spiega. L’obiettivo della Lega è contrastare il crollo demografico che sta mangiando fette di popolazione alla città: «Bisogna riportare i giovani in città e rivitalizzare le frazioni: vogliamo promuovere lo sport frazionale per far vivere i paesi, anche con l’organizzazione di eventi», annuncia Paolin. —

N. B.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Prostituzione e violenze sessuali, sgominata a Bologna banda che reclutava giovani ragazze albanesi

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi