Marco Martani alla guida della procura della Repubblica di Treviso

Foto Missinato

Il Consiglio superiore della magistratura di Roma, lo ha scelto all’unanimità. Potrebbe prendere servizio entro un paio di mesi

Marco Martani, avvocato generale di Brescia, è stato nominato dal Consiglio Superiore della Magistratura, a capo della procura della Repubblica di Treviso. Una nomina che nel palazzo di giustizia della Marca, si attendeva con trepidazione, dal momento che Massimo De Bortoli, pm e sostituto procuratore facente funzioni, era reggente oramai da quasi un anno e aveva un grosso carico di lavoro. Più volte aveva fatto presente la necessità che arrivasse celermente un procuratore generale.

La nomina è passata al Csm all’unanimità. Martani, avvocato generale della Corte d’Appello di Brescia, è stato per 27 anni sostituto procuratore a Mantova, e per 5 anni ha assunto la guida della procura della Repubblica di Pordenone. 

Il facente funzioni, De Bortoli, ha accolto con soddisfazione la notizia: «Ci fa piacere che finalmente il Csm abbia deliberato la nomina», commenta il sostituto procuratore «adesso avremo un procuratore e per quel che mi riguarda, potrò dedicarmi completamente al processo di Veneto Banca e ai tre grossi filoni dei procedimenti».

La procura di Treviso soffre di una grossa carenza di organico. A giorni il palazzo di giustizia perderà anche un altro pubblico ministero, Massimo Zampicinini, che ha vinto il concorso di Giudice amministrativo regionale. Uno degli obiettivi del procuratore capo della Repubblica che va a sostituire Michele Dalla Costa, sarà quello di far pressione sul Csm per avere nuovo personale.

Video del giorno

Eleonora Pedron: ecco perché a quasi quarant'anni ho deciso di laurearmi

Barbabietola con citronette alla senape e sesamo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi