Ladri tra i vendemmiatori? La Cgil: «Una sparata incredibile»

Durissima reazione del sindacato alle supposizioni del sindaco di Codognè, Lisa Tommasella: «Ha le prove? Cerchi chi assume in nero». La Cia media: «Abbassare i toni»

CODOGNÈ. Indignazione per le supposizioni a carico dei vendemmiatori stranieri come autori di furti a Codognè e dintorni, una ipotesi lanciata senza mezzi termini dal sindaco Lisa Tommasella a cui hanno dato ragione a stretto giro di posta anche altri colleghi, come Diego Zanchetta di Gaiarine. Inevitabile, e scottante, la polemica.

«Sono inaccettabili le accuse della sindaca di Codognè», afferma Nicola Atalmi, segretario della Cgil del Coneglianese, «Non ha motivi per dimostrarlo, tanto meno per generalizzare».

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi tribuna di Treviso la comunità dei lettori

Video del giorno

Gian Piero Gasperini: "Cristiano Ronaldo non devo presentarlo io: è straordinario"

Rosti di uova e rapa rossa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi