Contenuto riservato agli abbonati

Treviso, operatore No vax sospeso all’Israa. Villa Belvedere ne mette a casa dieci

L'Israa di Treviso

Pugno duro delle case di riposo. Il giudice dà ragione alla struttura di Crocetta del Montello che ha esonerato i non immunizzati

TREVISO. Fioccano le sospensioni di operatori sanitari non vaccinati nelle case di riposo della Marca. L’Ulss 2 ha appena notificato un provvedimento che solleva dall’incarico un lavoratore dell’Israa di Treviso. Mentre una decina di operatori sanitari di Villa Belvedere a Crocetta del Montello è stata collocata a casa senza stipendio: il giudice ha confermato la posizione assunta dalla struttura con quattro sentenze, una è ancora in attesa di pronunciamento, mentre i restanti professionisti no vax di Villa Belvedere hanno evitato l’iter legale accettando di essere rimossi dall’incarico e senza stipendio fino a fine anno.

Stando

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi tribuna di Treviso la comunità dei lettori

Video del giorno

Afritech - "Verso un'Africa dove ognuno possa avere l'elettricità"

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi