Piazza Balbi Valier tra un mese il cantiere che cambierà il centro

PIEVE DI SOLIGO

Tra meno di un mese al via il restyling con abbattimento delle barriere architettoniche di piazza Balbi Valier: oltre 6 mesi di lavori e oltre 500 mila euro di spesa. L’autunno dei pievigini si aprirà con un importante cantiere che cambierà faccia al centro storico. Come da programma partirà il secondo stralcio del piano di abbattimento delle barriere architettoniche e di riqualificazione della piazza principale e di piazzetta San Francesco. Progetto redatto dall'architetto Gianpaolo Pradal, che comporterà dai 6 agli 8 mesi di passione per il traffico in entrata e uscita dal centro, in particolar modo per chi sopraggiunge dal Coneglianese visto che via Vaccari, dall’altezza del duomo fino all’incrocio con la storica pasticceria Gerlin, verrà chiusa al traffico, con il transito permesso a pedoni e ciclisti.


«I cittadini e soprattutto gli automobilisti dovranno sopportare qualche disagio, ma sono certo che una volta completati i lavori tutti resteranno soddisfatti - dice il sindaco di Pieve, Stefano Soldan - Si tratta di un’opera imponente che riguarda un’area molto ampia: cercheremo di limitare le difficoltà, ma ci sarà bisogno della comprensione di tutti».

Dalla gara d’appalto chiusa lo scorso 10 agosto, la ditta vincitrice è risultata l’ Impresa Edile Cardazzo cav. Ermenegildo di Pordenone. Ora si stanno completando i controlli di rito, con l’assegnazione del cantiere che dovrebbe avvenire il 15 settembre. «Se non ci saranno intoppi, la ditta potrà iniziare a lavorare tra poco più di una settimana - aggiunge l’assessore ai lavori pubblici, Giuseppe Negri - Nelle prime tre settimane però i tecnici effettueranno una puntigliosa serie di rilievi per poi approvvigionare i vari materiali, con le opere di demolizione che dovrebbero partire poi attorno alla seconda settimana di ottobre, a sagra dello Spiedo Gigante conclusa».

La nuova piazza, una volta inaugurata, diventerà un corridoio in cui le auto potranno transitare, come si suol dire, in punta di piedi: la strada che attraversa il ponte Vaccari e che collega le due sponde del Contà e del Trevisan verrà infatti ristretta ed imposto il limite di velocità a 30 km/h. Marciapiedi e ostacoli vari saranno completamente rimossi, con piazza Balbi Valier e San Francesco che saranno su diversi livelli, ma facilmente accessibili per carrozzine e portatori d'handicap. «L'opera renderà a passo d'uomo l'intera area - dice il sindaco Soldan - Alla fine vedrete sarà valsa la pena fare qualche sacrificio». —

riccardo mazzero

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Gian Piero Gasperini: "Cristiano Ronaldo non devo presentarlo io: è straordinario"

Rosti di uova e rapa rossa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi