Contenuto riservato agli abbonati

Lite con la fidanzata e schianto volontario finito in tragedia: il pm chiede 11 anni per Christian Barzan

Al processo udienza di 12 ore per requisitoria e arringhe. Il giovane provocò in auto la morte di Giuseppina Lo Brutto

TREVISO. Condanna a 11 anni per il reato di omicidio volontario, duplice tentato omicidio e stalking, assoluzione per assenza di prove dalla violenza sessuale. È quanto chiede il pubblico ministero e sostituto procuratore della repubblica, Daniela Brunetti, per Christian Barzan, il giovane di 24 anni di Quinto che la notte del 7 giugno 2019 a Povegliano, mentre era a bordo della sua Alfa Mito, assieme a Giorgia Biglieri (sua fidanzata e grande accusatrice), si schiantò contro una Toyota Yaris uccidendo la passeggera Giuseppina Lo Brutto, ex dipendente provinciale in pensione, e ferendo seriamente il marito Flavio Cagnato.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi tribuna di Treviso la comunità dei lettori

Video del giorno

Prostituzione e violenze sessuali, sgominata a Bologna banda che reclutava giovani ragazze albanesi

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi