Treviso Suona Jazz dall’8 al 12 settembre: ecco il programma

Big e giovani talenti per il festival promosso dall’associazione Urbano Contemporaneo con la media partnership dei nostri giornali. Luoghi, orari e informazioni per partecipare agli eventi

TREVISO. «Tornano i giorni del jazz a Treviso, in un periodo non semplice, in cui viviamo nell’attesa di incontrarci e sentirci liberi», annuncia Nicola Bortolanza, presidente di Urbano Contemporaneo,  «E il jazz è una musica che da sempre tende alla libertà di espressione e che cerca nuovi incontri».

Dall’ 8 al 12 settembre si svolge in città  la settima edizione  di Treviso Suona Jazz con tanti big e i Conservatori: Fabrizio Bosso, Mauro Ottolini, Daniele Di Bonaventura, Enrico Pieranunzi, Gabriele Mirabassi.

La manifestazione, promossa dall’Associazione Urbano Contemporaneo in collaborazione con il Comune di Treviso e con la media partnership di tribuna di Treviso, mattino di Padova, Nuova Venezia e Corriere delle Alpi, è pronta a tornare in città.

Il festival si ripresenta anche quest’anno con la consueta carica e una varietà di stili e proposte, sotto la direzione artistica di Nicola Bortolanza. Particolare attenzione sarà rivolta anche ai giovani, grazie al ritorno degli ensemble dei Conservatori Steffani e Venezze, con spettacoli ad ingresso gratuito in Loggia dei Cavalieri.

«Proprio in un momento in cui le difficoltà si riverberano anche nel mondo della cultura», osserva Bortolanza, «abbiamo scoperto con soddisfazione come attorno a Treviso Suona Jazz si siano confermati coloro che ci hanno sostenuto in passato, per far sì che il nostro festival si potesse ripresentare anche quest’anno con l’adeguato proposito».

E sono sette anni di Treviso Suona Jazz Festival.

«Quando partimmo con il nostro programma», ricorda Bortolanza, «cominciammo a chiamare a Treviso musicisti provenienti da più parti d’Italia, a proporre idee per una maggiore fruibilità per questo genere musicale, che per definizione ama le contaminazioni, mescola provenienze geografiche e sonorità».

IL PROGRAMMA

Mercoledì 8 settembre

DANIELE DI BONAVENTURA E MARCELLO PEGHIN

Cortile di Palazzo Giacomelli, ore 20.45 - In caso di maltempo Chiesa di Santa Caterina

Daniele di Bonaventura bandeon

Marcello Peghin chitarra 10 corde

Due musicisti che coniugano la tradizione del jazz con le influenze del mediterraneo.

Daniele Di Bonaventura e Marcello Peghin suonano insieme dal 1997, sono la front-line del quartetto Band’Uniòn dello stesso Di Bonaventura, ma hanno anche ideato un progetto a due, un percorso musicale che attraversa i luoghi intimi della memoria, passaggi obbligati nella dimensione sonora dei due musicisti, che coniugano una tradizione musicale moderna come il jazz, insieme agli umori e alle radici del mediterraneo. Il loro lavoro è composto da composizioni originali scritte appositamente per questo organico, brani che richiamano echi di tango e folklore sudamericano, senza tradire le proprie origini mediterranee. Rievocazioni di tarantelle e danze appaiono tra tanghi e candombe come magica fusione tra cultura europea e sudamericana.

Open air concerts

● Bistrò sulle mura - ore 18.30

Giovanni Perin, vibrafono / Riccardo Di Vinci, contrabbasso

● Piola - ore 19.30 primo set, 21.30 secondo set

Claudia Zannoni, voce / Davide Palladin, chitarra / Nicola Barbon, contrabbasso

***

Giovedì 9 settembre

SEVEN YEARS BAD LUCK - In collaborazione con Cineforum Labirinto

Cortile di Palazzo Giacomelli, ore 20.45 - In caso di maltempo Chiesa di Santa Caterina

Bruno Cesselli pianoforte

Musica dal vivo per comiche d’autore, in occasione del centenario del film capolavoro del genio della comicità Max Linder.

Fu proprio Max Linder, un comico di classe, a creare la prima grande maschera del cinema, quella di Max, uomo di mondo elegante e irreprensibile, dai neri baffetti ben curati, il lucente cilindro, i candidi guanti e l’attitudine propria del dandy dall’eleganza inappuntabile, simbolica e parodistica cristallizzazione dell’ideale maschile originario della Belle Époque.

Lo stesso Chaplin riconosce Linder più volte come maestro e modello per la creazione di Charlot. Il protagonista della divertente pellicola è il ricco e superstizioso Max, disperato in seguito alla rottura di uno specchio. Max cerca in tutti i modi di evitare la cattiva sorte ma, nonostante i suoi sforzi, rischierà di mandare a monte il suo matrimonio.

Acrobatismo, travestimento, parodia, battute di spirito, e il tema dell’equivoco, rendono Seven years bad luck uno dei film più eterogenei e divertenti degli anni ’20 del 900, e mettono in mostra l’inesauribile bagaglio di una delle figure più importanti per l’evoluzione del linguaggio cinematografico.

Open air concerts

● Centro Storico, varie sedi - ore 18.00

Tiger Marching Band

● Caffè Caffi - ore 18.30

Francesca Bertazzo, voce e chitarra / Beppe Pilotto, contrabbasso

***

Venerdì 10 settembre

VERNISSAGE MOSTRA “ROSE IS A ROSE”

Corte Spazio Lazzari, ore 18

Gianluca Carollo tromba

Nicola Dal Bo hammond

Rose is a Rose è la mostra che Spazio Lazzari ospita da settembre.

Una riflessione sull’identità, attraverso il lavoro, il linguaggio e la visione di artisti tra loro molto diversi.

Andrea Rosara, veneto con base a Toronto, stratifica nei suoi dipinti texture, gesti e campiture di colore, in una narrazione astratta guidata da un personale impressionismo, in una ricerca sulla distanza tra sé e il mondo, e sui filtri che attiviamo nella nostra relazione con persone e cose.

Anna Piratti, in collaborazione con Silvia Gribaudi, propone un progetto che, in una nuova e inedita installazione, gira da diversi anni tra l’Italia e l'Europa: ottocento bambole svestite, gettate a terra o rinchiuse in sacchetti di plastica, in una dolorosa, attualissima denuncia di quanto ancora venga violata nel mondo la dignità, l’identità e la vita delle donne.

STORYVILLE STORY

Teatro Mario Del Monaco, ore 20.45

Fabrizio Bosso tromba

Mauro Ottolini trombone
Vanessa Tagliabue Yorke voce
Glauco Benedetti sousaphone
Paolo Birro pianoforte
Paolo Mappa batteria

Mauro Ottolini e Fabrizio Bosso, due degli ottoni più importanti del nostro jazz nazionale, condividono la leadership di Storyville Story, muovendosi su un terreno comune e congeniale a entrambi: un viaggio emozionante alla scoperta di New Orleans.

Il progetto è rivolto ad un Jazz primigenio, dalla vocazione corale e dall’ intensità primordiale, che racconta storie di uomini e donne, storie di musica, amore, denaro che manca, giochi d'azzardo, dipingendo un piccolo minuzioso ritratto della New Orleans di inizio Novecento. Storyville era il quartiere più "hot" di New Orleans, in cui si concentravano locali notturni, caffè, bische e bordelli. Il jazz dei grandi trombettisti o dei pianisti stride era la sua colonna sonora. Su questo concentrato di eccessi, dove l'America puritana letteralmente spariva, fiorirono ovviamente le leggende. Storyville Story è la rievocazione in musica di questa epopea, e questo spettacolo, attraverso quei brani trascritti e arrangiati da Mauro Ottolini, si ripropone di farla rivivere.

Open air concerts

● Tocai - ore 19.00

Alessandra Poloni, voce / Giulio Campagnolo, hammond

● Osteria Ostile - ore 19.30

Michele Uliana, clarinetto  / Nicolò Apolloni, chitarra

● Nachos Mex Pub – ore 21.30

Michele Uliana, clarinetto  / Nicolò Apolloni, chitarra

***

Sabato 11 settembre

VENEZZE JAZZ ENSEMBLE diretto dal maestro Massimo Morganti

Loggia Dei Cavalieri, ore 17.30

Si rinnova anche quest’anno la collaborazione con il Conservatorio di Musica Francesco Venezze di Rovigo, rappresentato dai migliori allievi del Dipartimento di Musica Jazz, diretti dal Maestro Massimo Morganti.

ATTILIO PISARRI & FRANCESCO GANASSIN

Associazione Musicale F. Manzato, ore 18.30 - Presentazione del cd “Empty rooms”

Attilio Pisarri chitarra

Francesco Ganassin clarinetto, clarinetto basso

Associazione Manzato è stata la sede dei workshop nelle nostre edizioni pre-Covid. Quest’anno si rinnova la collaborazione attraverso la realizzazione di un concerto, in attesa della ripresa degli incontri didattici.

Empty Rooms è un disco dalla dimensione del “micro”, una sorta di micro estetica-musicale.

ENRICO PIERANUNZI & GABRIELE MIRABASSI

Auditorium Sant’Artemio, ore 20.45 

Enrico Pieranunzi pianoforte

Gabriele Mirabassi clarinetto

Melodie rarefatte, atmosfere delicate e toccanti. Il fascino di questo concerto si manifesta nella semplicità e nella bellezza, spesso concilianti, spinte da una forte carica emotiva e creativa.

Improvvisazione jazzistica, importante background classico, passione e profonda conoscenza per espressioni musicali radicate nel folklore: è su questo terreno comune che si muove da anni la collaborazione musicale tra Enrico Pieranunzi e Gabriele Mirabassi, due tra i musicisti del nostro Paese più acclamati al mondo.

Mirabassi, clarinettista dal suono suggestivo e fascinoso, e Pieranunzi, “pianista in grado di swingare con energia e freschezza e, nello stesso tempo, di non perdere la sua capacità poetica“, sono artisti che brillano per intensità, pathos comunicativo e interplay.

La loro è una musica che cerca di raccontare storie, una miscela unica di jazz e musica da camera, con avventurose improvvisazioni, ricchezza melodica, ricerca ed intensità.

***

Domenica 12 settembre

STEFFANI JAZZ ENSEMBLE diretto dal maestro Gianluca Carollo

Loggia Dei Cavalieri, ore 17.30

Si riconferma la collaborazione con il Conservatorio di Musica Agostino Steffani di Castelfranco  quest’anno rappresentato dai migliori allievi e dai Docenti del Dipartimento di Musica Jazz, diretti dal M° Gianluca Carollo.

Open air concerts

● Parco di Villa Romano - ore 21.00 (Dump in caso di maltempo)

Gianpaolo Rinaldi, rhodes / Andrea Lombardini, basso elettrico

--

Dal 1 al 30 settembre “7 Anni di Treviso Suona Jazz Festival” –  Piola

Immagine tratta dalle passate edizioni

La mostra fotografica intende offrire un’interessante lettura visiva delle edizioni passate, con fotografie d’archivio di artisti, luoghi e scorci della città attraversata dal jazz.

Direzione Artistica: Nicola Bortolanza

Informazioni e prenotazioni:

www.trevisosuonajazz.it

info@trevisosuonajazz.it

+ 39 338 2046389

Social:

facebook.com/trevisosuonajazz

instagram.com/trevisosuonajazzfestival

youtube.com/trevisosuonajazzfestival

Biglietti e ingressi:

-Daniele di Bonaventura & Marcello Peghin: Prevendite presso Mezzoforte cd, Treviso T 0422.540365.

-Enrico Pieranunzi & Gabriele Mirabassi: Prevendite presso Mezzoforte cd, Treviso T 0422.540365.

-Storyville Story: Prevendite presso biglietteria del Teatro Mario Del Monaco, Treviso T 0422.1520989 / Online su teatrostabileveneto.it.

-Venezze Jazz Ensemble, Steffani Jazz Ensemble: ingresso gratuito, su prenotazione.

-Attilio Pisarri & Francesco Ganassin: offerta responsabile, su prenotazione.

-Cinema & Jazz: offerta responsabile, su prenotazione.

-Open air concerts: ingresso gratuito, prenotazioni gestite dai singoli esercizi.

Video del giorno

Homeschooling, il racconto di Morena Franzin: "Tre figli che studiano a casa, nessun rimorso"

Barbabietola con citronette alla senape e sesamo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi