Volontari e Comune accordo per i rifiuti e per la cura del verde

L’attività dell’associazione “Adotta un parco” adesso è regolamentata e tutelata. E farà promozione nelle scuole

ODERZO

È stata firmata la convenzione con cui ora l’associazione “Adotta un parco” potrà a pieno titolo aiutare il Comune nella gestione del verde pubblico e nella raccolta dei rifiuti sparsi in giro per la città e le frazioni.


Ora i volontari che verranno tesserati dall’associazione guidata da Giorgio Lovatti avranno la possibilità di lavorare sia in gruppo che da soli, venendo sempre coperti dall’assicurazione e collaborando con l’amministrazione comunale e con Savno.

La convenzione, stipulata all’inizio di agosto, va a garantire una sorta di legittimità a ciò che nella pratica i volontari già fanno da tempo.

«Adesso “Adotta un parco” potrà raccogliere senza alcun tipo di problema i rifiuti ogni volta che un suo tesserato, ad esempio, andrà a fare una passeggiata sul Gira Monticano", dice Alessio Bianco, assessore al verde pubblico. Non che prima non succedesse, ma ora i volontari avranno qualche garanzia in più quando si occuperanno, nel loro piccolo, di tenere pulito l’argine del Monticano o la vasta rete di fossi che si dipanano lungo tutto il territorio comunale.

«Prima ciascun volontario doveva incaricarsi di smaltire i rifiuti per conto suo, rimettendoci anche di tasca propria se si trattava di rifiuto secco, ad eccezione delle attività di gruppo che venivano seguite dalla raccolta dei rifiuti da parte di Savno. Ora invece l’associazione di volontari avrà a disposizione dei cassonetti del secco ad hoc: questi avranno appiccicato sopra un adesivo dell’associazione e saranno lucchettati. Le chiavi verranno consegnate solamente ai volontari», prosegue l’assessore Bianco.

La convenzione, che prevede anche un contributo economico di 500 euro per quest’anno e di mille euro all’anno per il 2022 e il 2023, porterà anche nelle scuole i volontari che operano con l’associazione fondata da Massimo Tombacco e ora guidata da Lovatti: «"Adotta un parco” avrà il compito di promuovere alcune attività di educazione ambientale da rivolgere alle scuole elementari e medie di Oderzo», conclude l’assessore.

L’associazione è nata per opera di Tombacco una quindicina di anni fa: a mano a mano, ha raccolto decine di volontari. All’inizio lavorava per fare in modo che i parchi pubblici e i giardini di alcune scuole opitergine fossero sempre in ordine, ma quando l’esperienza di Tombacco ha incontrato Lovatti la missione è un po’ cambiata. L’obiettivo è rimasto quello di valorizzare il verde pubblico, ma ormai dal 2018 a questo si è aggiunto l’impegno nella raccolta dei rifiuti sparsi in giro, spesso per negligenza dei cittadinb , che finiscono nel territorio. —



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Gian Piero Gasperini: "Cristiano Ronaldo non devo presentarlo io: è straordinario"

Rosti di uova e rapa rossa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi