Contenuto riservato agli abbonati

Noalese riaperta il 6 settembre: Ats aggiunge 500 metri di tubi

L’assessore Zampese: «Una settimana in più, ma fine dei lavori entro l’inizio delle scuole. Ringrazio per la pazienza». Florian: «Ultimata un’opera strategica per la città»

TREVISO. Prima del 6 settembre tornerà la viabilità ordinaria sulla strada Noalese. E in questi giorni si provvederà al rifacimento di altri 500 metri di condotta della rete idrica.

Lo annuncia una nota congiunta di Ats e di Ca’ Sugana. La viabilità a doppio senso di marcia, attesissima dai residenti e dagli automobilisti trevigiani, slitterà di una settimana rispetto al cronoprogramma, ma sarà comunque nei tempi previsti, prima dell’inizio dell’anno scolastico.

Alto Trevigiano Servizi ha deciso di procedere con un intervento ulteriore rispetto al progetto, ossia il rifacimento di 500 metri di nuova condotta acquedottistica nell’arteria dove, da fine aprile 2021, è in corso il cantiere per la realizzazione della fognatura.

Nonostante questa ulteriore e impegnativa opera, Ats sarà in grado di garantire la riapertura ordinaria della Noalese entro i primi sei giorni di settembre, con lo slittamento di una sola settimana.

«Tale scelta è dettata dalla volontà dell’azienda di ammodernare le condotte idropotabili particolarmente datate, in una zona del capoluogo molto urbanizzata», spiega l’amministratore delegato di Ats, Pierpaolo Florian, «In accordo con l’amministrazione comunale abbiamo quindi deciso di aggiungere questo ulteriore tassello all’importante opera in corso nel quartiere, così da non dover procedere con ulteriori scavi in futuro, in un’ottica di riduzione dei disagi per i cittadini. A San Giuseppe stiamo realizzando una delle opere più importanti per il capoluogo, finalizzata a migliorare il servizio idrico integrato della città».

«Ringraziamo i commercianti e i residenti per la pazienza e la collaborazione mostrata in questi mesi», aggiunge l’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Treviso, Sandro Zampese, «In accordo con Ats abbiamo concesso tale proroga che consentirà ai cittadini del quartiere di usufruire di un servizio idrico più efficiente a beneficio di tutta la collettività».

Il cantiere della Noalese era iniziato a fine aprile, e a conclusione dei lavorio vedrà la realizzazione di oltre 2.700 metri di condotte fognarie, in una zona sin qui priva del servizio, con la predisposizione dei relativi allacciamenti alle utenze private e di due impianti di sollevamento.

In questo modo verranno dismessi gli impianti di trattamento locali, per il collegamento all’impianto di depurazione principale di via Pavese a Sant’Antonino. Gli abitanti allacciabili a fine intervento saranno 1.500, mentre a completo sviluppo della rete saranno 5.200.

Con circa 3 milioni di investimento, quella sulla Noalese è l’opera più importante realizzata da Ats nel capoluogo. Un percorso che vedrà altri interventi nei prossimi due anni, come quello per la posa della condotta fognaria in centro storico, con la tecnica innovativa del microtunnelling.

Dal 6 settembre fino a fine mese, a San Giuseppe sarà necessario realizzare ulteriori lavorazioni di acquedotto e fognatura che verranno eseguite mantenendo il doppio senso di marcia su strada Noalese, ma che richiederanno la chiusura dell’intersezione con via da Corona e prevederanno modifiche alla viabilità secondaria della zona. Eventuali ulteriori lavori sulla Noalese, che dovessero richiedere senso unico alternato, saranno eseguiti esclusivamente di notte

Video del giorno

Egitto, per la prima volta l'arte contemporanea in mostra ai piedi delle Piramidi di Giza

Torta di grano saraceno con mirtilli e mele

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi