In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
dipendenti infedeli

Rubavano nella loro ditta Licenziati e denunciati per 10 mila euro di vestiti

G.A.
1 minuto di lettura

castelfranco

Dipendenti infedeli alla Plissé Fashion Group di Piombino Dese: a conclusione degli accertamenti avviati su esposto del titolare, i carabinieri hanno denunciato per furto aggravato, continuato e in concorso tre ex dipendenti: B. P., un 37enne residente a Castelfranco Veneto e già noto alle forze di polizia; M. M., una 45 enne residente a Morgano e M.A., una donna di 49 anni residente a Tombolo, in provincia di Padova. I tre nei mesi di aprile e maggio 2021, in concorso tra di loro, attuando un piano ben organizzato, hanno consentito l’uscita dalla nota azienda di moda nel settore del tessile di innumerevoli capi di abbigliamento mettendosi in tasca il profitto. Funzionava così: la capo magazziniera e un magazziniere portavano la merce selezionata dal magazzino all’outlet. Qui l’addetta alle vendite la cacciava in alcuni borsoni che consegnava a una “cliente” dotandola di documenti non fiscali. Nel contesto la dipendente, con posizioni di responsabilità, si impossessava del profitto dei capi che la “cliente” riusciva a vendere incassando il denaro in contanti. A imbattersi nella “cliente” che usciva con dei borsoni è stato Paolo Mason, il titolare, che ha chiesto di vedere la ricevuta. È caduto così il castello: il titolare ha fatto dei controlli, ha visionato i filmati delle videocamere e li ha licenziati. Poi è andato alla stazione locale dell’Arma a denunciarli. Dalle verifiche è emerso che il danno patrimoniale causato alla Plissé dai tre ex dipendenti ammonta a 10 mila euro. I dipendenti lavoravano in azienda da tempo, da 10, 15 e 25 anni: «Per me stata una grossa delusione» dichiara il titolare. Ora la giustizia farà il suo corso. —

I commenti dei lettori