Nelle scuole della Marca mancano 16 presidi, ecco dove. Il caso delle Serena: quattro dirigenti negli ultimi 2 anni

Carmela Palumbo, provveditrice regionale, assicura. «Tra oggi e domani le nomine di 59 nuovi dirigenti scolastici nel Veneto»

TREVISO Sedici posti da preside ancora da riempire nella Marca. E il caso, meritevole di sottolineatura, del Comprensivo-2 Serena di Treviso: dal 1° settembre, causa trasferimento in Romagna della titolare Lorella Zauli, s’insedierà il quarto dirigente in due anni.

Spingendosi più indietro, si tratterà del quinto avvicendamento dall’estate 2018, ossia dalla partenza (dopo lunga permanenza) della preside Michela Busatto. In altre parole, un percorso piuttosto tormentato. Fra le altre caselle da occupare, non passa inosservato il Giorgi-Fermi: Maurizio Curcio, approdato due anni fa in via San Pelajo, traslocherà dal prossimo mese in Calabria, sua terra d’origine.

Ma alla ripresa della didattica manca meno di un mese, inevitabile porsi una domanda: quando si colmeranno i vuoti? «Fra oggi e domani, si provvederà alla nomina dei presidi, attingendo all’elenco dei 59 neoimmessi in ruolo che hanno fatto domanda per il Veneto», spiega Carmela Palumbo, dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale, «Ma entro la settimana completeremo pure le reggenze».

Entrando più nel dettaglio, l’altro ieri era il termine concesso ai dirigenti per esprimere le proprie preferenze (ammesse 12 opzioni) fra le sedi attualmente sguarnite. Dopodiché si procederà alle nomine: possibile che si arrivi all'ufficializzazione degli incarichi già per oggi pomeriggio.

Oltre al Comprensivo Serena e all’istituto Giorgi-Fermi di Treviso, nella nostra provincia sono attualmente scoperti i Comprensivi di Conegliano-3, Montebelluna-1, Vittorio Veneto-1, Follina-Tarzo, Mareno-Vazzola, Preganziol, Santa Lucia, Casale, Resana, Volpago, Quinto-Morgano e Pieve del Grappa. A livello di superiori, mancano ancora all’appello i dirigenti dell’Ipsia Galilei di Castelfranco e del liceo artistico Munari di Vittorio Veneto.

Ma non sfugge, come già evidenziato, la vicenda del Comprensivo Serena. L’attuale dirigente Zauli, origini romagnole, ha ottenuto il trasferimento nella “sua” Forlì e dal 1° settembre guiderà l’istituto professionale Ruffilli. Aveva traslocato nella Marca nell’estate 2019, quando le era stato affidato il Comprensivo di Istrana, di cui nell'anno scolastico successivo ha mantenuto comunque la reggenza. Il posto alle Serena era arrivato dodici mesi fa, ma l’esperienza è stata breve, sul solco delle precedenti gestioni.

Dopo l’uscita della dirigente Busatto, l’anno scolastico 2018-2019 aveva visto la reggenza di Luisa Mattana, già a quel tempo preside al Riccati. Poi, dall’estate successiva, era subentrato Leonardo Gulotta: una parentesi esauritasi in pochi mesi, tanto che già nel marzo 2020 il dirigente siciliano aveva ottenuto il trasferimento a Pantelleria.

A seguire, per l’ultima porzione dell’anno, all’istituto fu garantita di nuovo la reggenza di Mattana. Il resto è storia recente: l’anno di Zauli e, nelle prossime ore, la nomina del successore.

Con l’auspicio che l’istituto possa ritrovare continuità. Nota a margine: i Comprensivi di Resana e Preganziol attendono i successori di Stefano Marconato e Francesca Mondin, scelti nelle scorse settimane per dirigere rispettivamente Duca degli Abruzzi e Riccati per via dei pensionamenti (da settembre) di Antonia Piva e della stessa Mattana. 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La Palma, il drone riprende il fiume di lava che si fa largo tra le case

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi