Contenuto riservato agli abbonati

In auto, in riva al Piave, ai giardinetti: il pranzo aziendale dei senza Green pass nella Marca

Oggi il rientro di massa dei lavoratori, ma sui pasti è ancora il caos. Il sindacato: «Garantire i diritti anche ai No-vax»

TREVISO. Ferie finite. Oggi è il grande giorno del rientro: il 30 per cento circa dei lavoratori non sono vaccinati, quindi privi di Green pass, e non potranno usufruire delle mense aziendali. «Si spera, almeno, possano contare su un’alternativa, sia pure il cestino», sospira Mauro Visentin, segretario Cgil.

«Informiamo tutti i lavoratori – ha avvertito la Silca di Vittorio Veneto – per accedere alla mensa, in ottemperanza ai vigenti provvedimenti governativi, si rende necessario fornire il green pass al gestore del servizio.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi tribuna di Treviso la comunità dei lettori

Video del giorno

Maltempo in Grecia, un pullman viene "inghiottito" da una voragine

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi