Contenuto riservato agli abbonati

Leghisti contro alle comunali 2021 nella Marca. L’ultima frontiera del Carroccio diviso

In primo piano Roberto Bet, in fondo Gianangelo Bof

In 4 centri partito spaccato, Parchi espulsa come Sarri Bernardelli solo ammonito. Bof: eredito vicende diverse

TREVISO. «Dos? Melios che uan». Era una delle battute preferite di Gianpaolo Gobbo, padre della Liga Veneta, parafrasando un noto spot pubblicitario.

Adesso, a vedere quel che sta accadendo nella Lega trevigiana, sembra essere stata una profezia. In quattro comuni dove si vota la Lega è spaccata, in due casi praticamente a metà. E uno è Conegliano, il secondo centro della provincia.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi tribuna di Treviso la comunità dei lettori

Video del giorno

Gian Piero Gasperini: "Cristiano Ronaldo non devo presentarlo io: è straordinario"

Rosti di uova e rapa rossa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi