A Tarzo i cinghiali arrivano vicino alle case: «Sono un’emergenza»

I cinghiali fotografati a Tarzo

Il sindaco Sacchet: «Ricevo continue segnalazioni di residenti». L’azienda agricola Meneguz: «Mai visti così tanti, abbiamo paura»

TARZO. Allarme cinghiali a Tarzo. A scendere in campo e chiedere soluzioni è direttamente il sindaco Vincenzo Sacchet: «Ormai siamo in emergenza, la gente ha paura». Negli ultimi giorni sono giunte al primo cittadino diverse segnalazioni di avvistamenti sulle strade, persino di incontri a tu per tu nei giardini privati.

«Sono assillato dalle telefonate dei residenti», racconta Sacchet, «Ho già posto il problema in Regione, ma farò un appello fino ai parlamentari perché questo argomento venga trattato a Roma e anche in sede europea».

Questa specie selvatica, soprattutto se in branco, può mettere a rischio l’incolumità di persone, cose, altri animali e coltivazioni. Gli abitanti hanno segnalato la presenza di numerosi esemplari. A Tarzo e nelle frazioni si contano ormai diverse cucciolate. Un solo cacciatore, nei giorni scorsi, ha avvisato 18 cinghiali in un colpo solo. Una situazione che sta diventando ingestibile.

Questa specie di ungulati ha la capacità di riprodursi anche in condizioni estreme ed è dotata di grande forza e resistenza. Caratteristiche che gli permettono di sopravvivere anche in circostanze climatiche e ambientali diverse.

«Siamo invasi dai cinghiali», racconta Sara Meneguz, titolare dell’azienda agricola omonima. «Festeggiamo quest’anno i cento anni da quando la mia famiglia è arrivata sulle colline di Corbanese, ma questi animali non si erano mai visti. Ora stanno facendo enormi danni. Stanno scavando tra le viti. Il pericolo è anche per la nostra incolumità. L’altra sera stavo prendendo il fresco in veranda, quando sono sbucati cinque cinghiali di taglia importante. In un’altra occasione è arrivata la famigliola composta da mamma e papà enormi con al seguito cinque cuccioli. Anche i miei animali domestici sono in pericolo».

«La crescita fuori controllo della popolazione di cinghiali», analizza il sindaco, «è una vera emergenza che sta mettendo a rischio non solo le colture, ma anche la sicurezza delle persone. Non sarà certo la caccia a selezione dall’altana a risolvere il problema. Servono un controllo massivo, un piano di abbattimento e soprattutto un’azione univoca».

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Gian Piero Gasperini: "Cristiano Ronaldo non devo presentarlo io: è straordinario"

Rosti di uova e rapa rossa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi