Il generale Figliuolo sul Grappa ospite d’onore per tutti i Caduti

Grande attesa per la tradizionale commemorazione di domani sulla Cima Il sindaco Rampin: «Con la pandemia gli stessi effetti di una guerra mondiale»

PIEVE DEL GRAPPA

Gli occhi saranno puntati tutti su di lui, ovvero sull’ospite d’onore, il generale Francesco Paolo Figliuolo. Sarà infatti il commissario straordinario per l’emergenza Covid a tenere la commemorazione ufficiale alla tradizionale cerimonia sul Sacrario del Monte Grappa che si terrà domani. Un appuntamento che racchiude la storia recente di questo luogo simbolo non solo per il Veneto ma per tutta la nazione.


Quest’anno il ricordo riguarda il centenario del Milite Ignoto ma anche quello del ritorno a Cima Grappa della Madonnina, ferita dopo la Grande Guerra. Era stata posta qui esattamente centoventi anni fa dall’allora patriarca di Venezia Giuseppe Sarto, poi divenuto papa Pio X, in una suggestiva cerimonia che il 4 agosto 1901 lo aveva visto salire a dorso di una mula bianca, accompagnato dalle popolazioni della Pedemontana, un eventoche è rimasto per sempre nella storia. Come nelle cerimonie precedenti vi sarà la commemorazione dei caduti della Grande Guerra di entrambi i fronti, italiano e austroungarico, che riposano nel sacrario, e quella dedicata alle vittime partigiane del rastrellamento nazifascista della Seconda Guerra Mondiale.

«Un’edizione», spiega il sindaco di Pieve del Grappa e presidente del comitato organizzatore, Annalisa Rampin, «resa ancor più particolare dalla presenza del generale di corpo d’armata Francesco Paolo Figliuolo, proprio a testimoniare l’impegno del Paese tutto contro un nuovo subdolo nemico. La pandemia, infatti, per numero di vittime e impatto sulla vita del Paese e del mondo intero ha a tutti gli effetti la dimensione di una guerra mondiale e vogliamo ricordarlo in questo luogo di memoria, di pace e di speranza».

Il governo italiano sarà rappresentato dal ministro per la disabilità Erika Stefani e dal sottosegretario alla Difesa Stefania Pucciarelli. La cerimonia inizierà alle 8.30 con il saluto del sindaco Rampin: alla commemorazione del generale Figliuolo, seguirà alle 10 la messa celebrata dal vescovo salesiano Luciano Capelli, che guida la diocesi di Giza nelle Isole Salomone in Oceania, che verrà trasmessa in diretta su TV2000 e su Canale 5. La conclusione sarà il tradizionale omaggio ai caduti del cimitero austro-ungarico.

Molteplici le amministrazioni locali che parteciperanno con il loro gonfalone, come anche le associazioni combattentistiche e d’arma. «Anche quest’anno», continua il sindaco Annalisa Rampin, «dovremo ottemperare alle linee guida per l’emergenza sanitaria: anche per questo abbiamo previsto che la cerimonia sia trasmessa in diretta streaming attraverso il sito del comune di Pieve del Grappa». Le indicazioni operative prevedono la chiusura al traffico dalle ore 23 di sabato 31 luglio sulla Statale Cadorna dal bivio per Feltre e sulla Provinciale Giardino dal km 18, Piana Pellizzari. Sarà possibile parcheggiare e raggiungere Cima Grappa solo a piedi. Non sarà possibile l’accesso con pullman se non autorizzati. Il traffico riprenderà regolarmente dalle ore 11 di domenica. —



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

XFactor, soffre di crisi di panico e deve cantare seduta: Phoebe supera le paure e conquista tutti

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi