«Pedemontana gratis per i tir nel tratto montebellunese»

MONTEBELLUNA

Il Comune insiste nella proposta di liberalizzare per i camion il tratto della Pedemontana Veneta tra i caselli di Montebelluna est e Montebelluna ovest fino a quando rimarrà chiuso il cavalcavia sulla Feltrina in località Biadene. L'aveva fatta venerdì scorso il sindaco Elzo Severin, sabato l'ha ripetuta al presidente della giunta regionale Luca Zaia, arrivato in città per la presentazione del candidato sindaco. «Non siamo solo noi a premere per liberalizzare per i mezzi pesanti quei pochi chilometri di Pedemontana in questo periodo di emergenza per la viabilità - spiega Elzo Severin - Lo sta facendo anche Veneto Strade. Ne ho parlato a Zaia e adesso attendiamo una risposta».


Un provvedimento di liberalizzazione temporanea a cui guardano con speranza anche l'ufficio viabilità del Comune di Montebelluna e la Polizia locale, che ieri hanno effettuato un sopralluogo per vedere come è possibile migliorare la situazione in loco. Ne è uscito un documento a Veneto Strade per sollecitare un potenziamento della segnaletica sulle deviazioni perchè quella installata è risultata carente. Ma l'obiettivo a cui si punta a Montebelluna è l'eliminazione del pedaggio per i tir per quei pochi chilometri di Pedemontana Veneta che collegano la 667 alla Feltrina a sud. «Difficile che i camion vadano a fare il giro per Castelfranco e Postioma - fanno notare al comando di Polizia locale - Più agevole, anche in termini di costi, sarebbe l'utilizzo della Pedemontana che farebbe risparmiare molti chilometri».

Una soluzione per evitare che i camion si riversino a Biadene anche se c'è il divieto di transito, con scene surreali quando si infilano in vicolo Boccacavalla e, se troppo alti, non riescono a passare sotto il viadotto. E se ci passano vanno a finire su via Montello con direzione obbligatoria verso il centro di Montebelluna. A complicare la viabilità interna ci sono poi gli altri cantieri con conseguenti sensi unici: via Santa Caterina da Siena, via Galilei, da ieri anche via Bergamo. —



Video del giorno

Turchia, la furia del minatore non pagato: sale sull'escavatore e distrugge i camion

Timballo di alici

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi