Contenuto riservato agli abbonati

Un altro distributore di benzina in tangenziale a Treviso vicino al Sil morto

Ok ai lavori per il progetto della Tanzi Petroli sulla corsia per Silea e Oderzo, sorgerà sul lato opposto dell’area Ip. Si punta anche al traffico del Terraglio Est

TREVISO. A due anni circa da quando venne inoltrata in Comune la richiesta di realizzare un nuovo distributore di benzina in tangenziale è arrivato il via libera all’intervento. L’area di servizio sorgerà lungo la carreggiata diretta a Silea e Oderzo, tra la rotonda dell’ospedale e lo svincolo per la Trevisomare, con maggior precisione sui terreni oggi agricoli che costeggiano la tangenziale nei pressi del Sil morto.

Sarà il quarto distributore lungo gli otto chilometri di superstrada che corrono da Silea fino a Paese ed andrà – diciamo così – a pareggiare i conti tra le due opposte corsie di marcia.

Oggi infatti in direzione Paese ce ne sono due: il distributore Ip tra Silea e l’ospedale, e la grande stazione Vega all’altezza di Santa Maria del Sile, con tanto di autolavaggio, area parcheggio ed ex autogrill. Uno solo sull’altro lato della tangenziale: il gemello (ridotto) della stazione Vega di Santa Maria del Sile.

effetto terraglio est

Serviva? Stando ai calcoli di mercato pare di sì visto che lungo la carreggiata, e poi la Postumia, prima di trovare un altro distributore bisogna arrivare a Olmi. Poco importa poi ce ne siano due nei primi chilometri della Trevisomare e poi un altro a Roncade.

La Tanzi Petroli – una delle principali società della “logistica” dei distributori di benzina – ha appena inoltrato in Comune la documentazione per l’avvio del cantiere che, stando alle prime supposizioni, potrebbe prendere il via a fine estate, ma forse anche prima. Scontato che un’accelerazione alla realizzazione della nuova area di servizio sia stata data anche dalla prossima realizzazione dell’ultimo tratto del Terraglio Est, che collegherà così Passante e tangenziale allacciandosi proprio alla rotonda dell’ospedale.

I numeri sono nero su bianco: arriverà nuovo traffico sulla superstrada, anche in direzione Silea-Oderzo (almeno 100 auto ora nel momento di punta, il 10% circa del totale del nuovo flusso di traffico previsto dagli studi effettuati da Veneto strade). e a questo si potrebbe aggiungere quello della nuova era commerciale, direzionale e servizi prevista sempre nei pressi della rotonda dell’ospedale, lato S.Antonino.

i timori ambientali

Se già per il Terraglio est le antenne dei residenti e degli ambientalisti di zona era ben dritte, l’arrivo del distributore di benzina in prossimità dell’ansa del Sil morto solleva nuove preoccupazioni per il pericolo di inquinamenti, di interventi che possano danneggiare l’area e di nuove cementificazioni (anche l’ormai storico distributore Ip sorge a pochi passi da uno dei laghetti creati dal Sile lungo le sue sponde). Si attende l’avvio del cantiere. Federico de wolanski

Video del giorno

Sgarbi e Al Bano cacciati a fischi dal palco dell'Arena di Verona: era la sera dell'omaggio a Franco Battiato

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi