Arriva il treno in Valcavasia con Ferrovie Arrugginite

POSSAGNO

Arriva il treno in Valcavasia, ma solo virtuale, grazie a "Ferrovie Arrugginite", l'associazione che ha la sede operativa presso l’ex magazzino merci della stazione di Montebelluna dove sta allestendo un piccolo museo ferroviario ed una biblioteca di testi di storia e tecnica ferroviaria. Si tratta di un progetto legato ai centri estivi in parte finanziato dai comuni di Possagno e Cavaso del Tomba e in collaborazione con l’Istituto Cavanis per far conoscere cos’è il treno, come è nato, la sua storia, e anche come si usa per viaggiare.


Lo scopo principale di questa iniziativa è quello di far conoscere il treno come mezzo di trasporto rispettoso dell’ambiente, sia nella costruzione della “strada ferrata” che nel trasporto di persone e cose. Oggi tutto questo sarà spiegato presso la sala teatro dell’Istituto Cavanis a Possagno da alcuni soci dell’associazione “Ferrovie Arrugginite”.

«È il nostro primo intervento dedicato ai ragazzi; diciamo pure che è un esperimento che poi, se va bene, vogliamo esportare anche in altre realtà della zona sia scolastiche che associative -spiegano i soci di Ferrovie Arrugginite- abbiamo in cantiere anche degli incontri prettamente tecnici per gli alunni delle classi delle scuole superiori per avvicinarli al mondo del lavoro nelle ferrovie. Tutto questo fa parte degli scopi dell’associazione compresa l’edizione di libri da noi redatti su storia e tecnica ferroviari». Il tutto è supportato dalla presenza della polizia ferroviaria che presenta anche il progetto “Train … to be cool”, e si tratta di una vera novità molto interessante per i ragazzi. —



Video del giorno

"Un boato e siamo usciti di casa": il racconto dalle zone del terremoto in provincia di Treviso

Burger di lenticchie rosse

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi