Contenuto riservato agli abbonati

Distrutte dal fuoco centottanta rotoballe a Zero Branco: c’è la pista del dolo

 Ad insospettire le forze dell’ordine è il fatto che il fuoco è stato visto partire dalle rotoballe posizionate accanto ad una rete di recinzione

ZERO BRANCO. Centottanta rotoballe distrutte da un incendio scoppiato poco prima delle 20 di martedì, in un’azienda agricola di Zero Branco. È pesante il bilancio del rogo che ha lasciato intatte, solo grazie all’intervento tempestivo dei vigili del fuoco, una ventina di rotoballe di fieno.

L’allarme è scattato alle 19.50 di martedì. È a quell’ora che dall’azienda agricola viene lanciato l’allarme dell’incendio alla centrale operativa dei vigili del fuoco del comando provinciale di Treviso.

Immediatamente dal comando di via Santa Barbara a Treviso due autobotti vengono mandate nel luogo dell’incendio al civico 15 di via Zeriolo a Scandolara di Zero Branco.

Quando i vigili del fuoco di Treviso arrivano sul posto, complice il caldo e il materiale, gran parte delle rotoballe sono avvolte dalle fiamme. I vigili del fuoco si sono subito messi all’opera per spegnere le fiamme. Visto che si trattava di tonnellate di fieno, le operazioni di spegnimento sono andate avanti per tuta la notte e si sono concluse soltanto a metà pomeriggio di ieri.

I danni sono ingenti. Delle cause si stanno occupando i carabinieri della stazione di Zero Branco che hanno provveduto a sentire gli abitanti della zona.

Si indaga a 360 gradi e non è escluso nemmeno l’atto doloso. Ad insospettire le forze dell’ordine è il fatto che il fuoco è stato visto partire dalle rotoballe posizionate accanto ad una rete di recinzione. Anche se i vigili del fuoco, visto il clima, non escludono che si sia trattata anche di autocombustione.

Sul posto, per sincerarsi personalmente dell’entità dei danni, s’è recato il sindaco del paese, Luca Durighetto. «Si tratta di una struttura su cui si appoggia un’azienda agricola esterna», spiega il sindaco. «Devo dire che i vigili del fuoco sono riusciti ad arrivare rapidamente e a salvare il salvabile. Gestire un incendio di queste proporzioni non è stato facile. Devo anche ringraziare la protezione civile».

I danni si aggirano attorno a diverse migliaia di euro. Si tratta di fieno che viene poi utilizzato per dare in pasto ai bovini allevati dalla ditta del Montello che dispone di quello spazio.

Sul posto anche la squadra di polizia giudiziaria dei vigili del fuoco del comando provinciale.m.fil.

Video del giorno

Sgarbi e Al Bano cacciati a fischi dal palco dell'Arena di Verona: era la sera dell'omaggio a Franco Battiato

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi