Contenuto riservato agli abbonati

Castelfranco, si dividono il cane per 10 anni dopo la fine della relazione. Poi lei stoppa le visite all’ex

La rabbia di Alessandro, padrone di Blues: «Dice che è stressato e non ce lo fa più vedere. Sono andato dal Giudice di pace, ma lei è la titolare del microchip»

CASTELFRANCO. Quando si ama un animale alla stregua di un figlio, si è pronti a lottare fino in fondo per riaverlo. Ma Alessandro Novello è impotente di fronte alla legge che non può nulla per fargli riabbracciare Blues, il cane che da tre mesi vive a casa dell’ex fidanzata.

«Falliti i tentativi per via legale non mi resta che raccontare la mia storia» spiega il quarantenne castellano che di professione fa l’assistente sociale.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi tribuna di Treviso la comunità dei lettori

Video del giorno

Juve-Roma, il labiale di Orsato: ''Sui rigori non si dà vantaggio, se poi li sbagliano non è colpa mia''

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi