Asolo Prosecco Rosè Il produttore Giusti boccia l’ipotesi Docg

NERVESA

Ermenegildo Giusti, tra i principali imprenditori vitivinicoli dell’area montelliana dice un secco “no” all’Asolo Prosecco Rosè Docg. Giusti, i cui interessi nell’area tutelata dal marchio sono a Nervesa dove ha grandi estensioni di vigneti e la cantina, non chiude completamente al Prosecco Rosè, ma ne vede un’opportunità solo per il marchio Doc, già riconosciuto, e non per il Docg che prevede una qualità superiore. Sulla questione inoltre l’imprenditore chiede una voce sola delle Docg di Conegliano Valdobbiadene, la cui neopresidente Elvira Bortolomiol si è espressa per il “ No”, e Asolo (a cui appartiene la sua azienda) il cui presidente Ugo Zamperoni ha detto invece di “sì”. Una posizione che il patron italo-candese di Giusti Wine non condivide: «Disapprovo la scelta di introdurre un Asolo Prosecco Rosé e sono deluso di vedere come, con 29 pareri contrari e solo 16 a favore (quelli dei rappresentati delle aziende che producono più bottiglie e che quindi hanno un peso ponderale più alto ndr), si sia proceduto ugualmente, tradendo i principi della democrazia. Sono contrario perché decisioni vanno studiate e valutate nel lungo termine e non nel breve, perché ogni azione ha delle conseguenze» commenta Giusti. Secondo l’imprenditore questa novità non va nella direzione della promozione del un territorio di Asolo e del Montello, ma, al contrario, vuole approfittare del piccolo boom di mercato del Prosecco Rosè, che a suo parere non porterà a un aumento di valore del prodotto ma solo al rischio di introdurre sul mercato bottiglie che saranno vendute a poco prezzo. «Il Prosecco Doc Rosè è una bella opportunità offerta dalla Doc, che ha numeri importanti, e noi stessi l’abbiamo colta con entusiasmo» conclude Giusti «La Docg però deve essere l’essenza del nostro territorio collinare straordinario, piccolo e prezioso». —


Gino Zangrando

Video del giorno

Turchia, la furia del minatore non pagato: sale sull'escavatore e distrugge i camion

Timballo di alici

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi