Contenuto riservato agli abbonati

Negozi imbrattati dai vandali a Gaiarine. Sindaco denuncia la baby gang

Si tratterebbe di alcuni ragazzi del posto, già noti per avere messo in atto gesti del genere anche in passato. Pare che a loro carico ci siano testimonianze e filmati.

GAIARINE. «Ci sono modi e modi per divertirsi: questo sicuramente non è il modo giusto. Grazie ad un lavoro di squadra sono stati identificati gli autori di questo gesto e segnalati a chi di dovere. In via straordinaria il sindaco riceve anche nelle prossime ore: se queste spregevoli persone si vorranno presentare e chiedere scusa e magari sistemare quello che hanno fatto, le porte sono aperte. Da lunedì però ci penserà chi di dovere». Questo l’ultimatum lanciato nei giorni scorsi dal sindaco di Gaiarine Diego Zanchetta agli autori di un raid vandalico che nei giorni scorsi hanno imbrattato a spray rosso marciapiedi e muri degli edifici dell’area commerciale di via Vizza, nella zona della discoteca Diamantik.

Si tratterebbe di alcuni ragazzi del posto, già noti per avere messo in atto gesti del genere anche in passato. Pare che a loro carico ci siano testimonianze e filmati. Il primo cittadino ha deciso di dare una chance ai teppisti perché, autodenunciandosi e provvedendo a risarcire il danno, potessero evitare guai con la giustizia. A quanto pare, però, i diretti interessati non avrebbero approfittato di questa possibilità e quindi il blitz della baby gang potrebbe concludersi in un’aula di tribunale. Il sindaco aveva scelto di comunicare la notizia anche attraverso i canali dei social network, Facebook e WhatsApp dell’amministrazione comunale.

Con l’obiettivo di entrare in diretto contatto con i responsabili dell’accaduto. Numerose le reazioni di sdegno dei gaiarinesi di fronte al raid vandalico, molti hanno chiamato in causa il ruolo dei genitori dei responsabili.

Video del giorno

Tokyo 2020, Federica Pellegrini scatenata su Instagram: ecco il suo balletto con Martina Carraro

Gazpacho di anguria, datterini e fragole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi