Scontro all’alba, giovane di Motta in fin di vita

Terribile carambola a Portogruaro, ferita anche la fidanzata. Frontale a Salgareda: grave un uomo, coinvolto un bambino

motta di livenza

Una domenica segnata da una raffica di incidenti, con un bilancio pesante: ben 14 feriti, di cui 3 risultano in condizioni gravi (uno in fin di vita).


la coppia di motta

La giornata nera, sul fronte della viabilità, inizia prima dell’alba, alle 4.30 fuori provincia, a Portogruaro. Lungo la tangenziale Enrico Mattei, nel tratto che collega due tratti della Triestina, si sono scontrate tre auto, ad avere la peggio è stata una coppia di Motta di Livenza, entrambi di 23 anni, che rincasavano a bordo di una Ford Fiesta. Al chilometro 7 su una pericolosa semicurva al cavalcaferrovia Palazzetto, al confine con il comune di Fossalta, si è verificata una carambola che ha coinvolto altre due vetture. Il giovane di Motta è stato trasportato all’ospedale Santa Maria della Misericordia di Udine, ieri sera era in serio pericolo di vita. Lei invece si trova ricoverata all’ospedale dell’Angelo di Mestre: nella carambola la ragazza è stata sbalzata fuori dall’auto, solo nella serata di ieri le sue condizioni sono migliorate ed è stata dichiarata fuori pericolo. Sul posto decisivi sono stati i soccorsi portati dai vigili del fuoco e dagli operatori sanitari di Portogruaro, poi gli elicotteri hanno trasferito i feriti gravi. Il tremendo schianto potrebbe essere stato provocato da un colpo di sonno: ad essere coinvolta anche un’Audi A4 con una famiglia di cittadini romeni residenti in provincia di Rieti. All’interno viaggiavano il conducente classe 1995, la moglie, la suocera e il figlio minore, tutti ricoverati all’ospedale in condizioni non gravi. Coinvolta anche una Dacia Duster con due turisti francesi, di 30 e 35 anni, che se la sono cavata con ferite lievi.

a salgareda

Tornando alla Marca, un brutto frontale si è verificato attorno alle 19.30, in via Calnova a Salgareda a poca distanza dall’Outlet di Noventa di Piave, verso Cessalto, in località Arzeri. Qui ad essere coinvolto è stato anche un bambino, ricoverato all’ospedale di Treviso con un trauma facciale assieme alla madre, con un braccio rotto. Lo scontro tra le due auto, con cause ancora in corso di accertamento, le ha fatte carambolare anche sul canale che costeggia la via. Sono stati coinvolti anche altri due uomini, uno dei quali è stato elitrasportato all’ospedale dell’Angelo di Mestre in condizioni molto gravi. Sul posto sono intervenuti i vigili del Fuoco, il Suem di Treviso e quello di Oderzo, con il supporto dell’elisoccorso di Pieve di Cadore. In serata tutte e quattro le persone coinvolte sono state dichiarate fuori pericolo.

a vittorio veneto

Brutto incidente, ieri sera, attorno alle ore 20.30, anche in via Garibaldi a Vittorio Veneto. Due amici a bordo di uno scooterone sono finiti contro una colonna e poi addosso alle vetrine di un negozio (sfitto). Stando alle prime ricostruzioni si è trattato di una fuoriuscita autonoma di strada: i due stavano percorrendo via Garibaldi in uscita dal centro storico e trasportavano quattro pizze appena acquistate. Qualcosa è andato storto. Dopo l’incrocio con via Lorenzo Da Ponte il motociclo ha sbandato sulla curva e la corsa è terminata contro una colonna del porticato sulla destra. Il fragoroso boato ha immediatamente richiamato i residenti che sono intervenuti per prestare i primi soccorsi e hanno allertato il Suem 118. Sul posto due ambulanze da Vittorio Veneto e un’auto medica da Conegliano, oltre a una pattuglia dei carabinieri: gli operatori hanno provveduto a stabilizzare i ragazzi per poi trasferirli al Pronto soccorso.

Uno dei due, Z.T., classe 1983, è stato ricoverato in condizioni gravi all’ospedale Ca’ Foncello di Treviso, l’amico a Conegliano. —



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

L'Aquila, abbattuto il Viadotto Cerqueta sulla A24: la demolizione controllata vista dal drone

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi