Contenuto riservato agli abbonati

Diocesi di Vittorio Veneto: alla Caritas rimosso don Camilotti, al suo posto arriva Forest

Decisione a sorpresa: il prelato da 9 anni gestiva tutte le opere di carità. Farà collaborazione pastorale a Mareno. Il nuovo direttore proviene da Susegana

VITTORIO VENETO. A sorpresa don Roberto Camilotti non è più direttore della Caritas diocesana di Vittorio Veneto. Lo sostituirà don Andrea Forest, cappellano di Susegana, direttore della Pastorale sociale e del lavoro. Don Camilotti, che lascia la parrocchia di San Fior di Sotto, presterà servizio come collaboratore pastorale a Mareno di Piave. Da 9 anni aveva la regia di tutte le opere di carità della diocesi vittoriese, che gli passava, solo dal fondo 8x1000, più di 700 mila euro l’anno, la voce di “spesa” più impegnativa della Chiesa vittoriese; nell’annus horribilis della pandemia, più di 300 mila euro sono stati impegnati nell’aiuto ai disoccupati e alle loro famiglie.

La sorpresa per il cambio di guardia nella cittadella della carità, a Ceneda, è grande perché a don Camilotti si deve la ristrutturazione della Casa dello studente, in via Fogazzaro, che è diventata un ostello, e la sede di laboratori d’artigianato in cui vengono occupati capifamiglia rimasti privi di reddito. Da un suo progetto anche la Casa San Tiziano di Oderzo, inaugurata sabato scorso, che accoglierà uomini in difficoltà. A Mansuè don Roberto ha avviato la cooperativa agricola “Terramica”. Straordinario il suo lavoro per gli immigrati.

«Don Roberto - attestano gli amici - si è sporcato davvero le mani, come peraltro devono fare tutti coloro che lavorano alla Caritas. Ma questa non è l’unica decisione della curia vittoriese. Don Alessandro Ravanello è stato nominato moderatore dell’Unità pastorale di Ceggia, assumendo gli incarichi di arciprete-parroco di Ceggia e parroco di Fossà, Gainiga e Grassaga. Lascia gli incarichi di animatore della Comunità vocazionale assunto nel 2013, e di responsabile del Servizio diocesano per la Pastorale giovanile assunto nel 2019. Mantiene gli incarichi di vice segretario e di docente dello Studio teologico interdiocesano Treviso-Vittorio Veneto, di docente dell’Istituto superiore di scienze religiose e della Scuola di formazione teologica.

L'attuale parroco, don Fabio Soldan, è nominato invece collaboratore pastorale nell’Unità di Susegana come vicario parrocchiale di Colfosco, di Crevada, di Ponte della Priula e di Susegana. Lascia pertanto le parrocchie di Ceggia, Fossà e Grassaga assunta nel 2013, e di Gainiga (dal 2015).

Video del giorno

Sgarbi e Al Bano cacciati a fischi dal palco dell'Arena di Verona: era la sera dell'omaggio a Franco Battiato

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi