Treviso, Giovanni Cher confermato alla guida di Federalberghi

Giovanni Cher è stato confermato alla guida degli albergatori trevigiani

Eletto il nuovo consiglio degli albergatori trevigiani. Sos turismo: l’occupazione delle camere in provincia di Treviso oscilla ancora tra il 20 e il 50 per cento, molto al di sotto delle medie stagionali 

TREVISO. Giovanni Cher confermato alla guida degli albergatori trevigiani. Federalberghi, il gruppo albergatori che in provincia associa oltre 160 strutture, nell’assemblea di mercoledì 7 luglio eletto anche due vice presidenti che affiancheranno Cher: Valentina Zanon (Castelfranco Veneto) e Giulia Casagrande (Treviso).

Da sinistra Valentina Zanon, Giovanni Cher e Giulia Casagrande

Il consiglio direttivo sarà quindi composto da Ettore Pizzolato (Oderzo) Natascia Bernardi (Revine Lago), Giovanni Simonetto (Silea), Silvia De Checchi (Asolo), Andrea Trevisanato (Treviso), Anita Maschio (Conegliano), Patrizio Bof (Mogliano Veneto), Azzurra Franci ( Asolo), Gianmaria Fraccaro (Pieve del Grappa).

Il consiglio direttivo di Federalberghi Treviso

Cher ha fotografato il momento del turismo trevigiano, ancora in forte difficoltà dopo l’emergenza Covid, con tassi di occupazione delle camere che non superano il 50 per cento. «Le Olimpiadi 2026 sono una speranza per le ricadute sul territorio, ma è necessaria anche la ricerca di nuovi modelli di business» ha dichiarato Cher. «Per noi albergatori questi 18 mesi di pandemia hanno sovvertito equilibri e cancellato anni di lavoro: vanno trovati nuovi filoni e nuovi segmenti di business, sta a noi scoprirli e percorrerli fino in fondo. La ripartenza è difficile, i dati delle città d’arte sono ancora troppo timidi, occorrono nuove strategie per un’epoca di svolta. L’impegno mio e di Federalberghi è sicuramente quello di interpretare il cambiamento e dare risposte adeguate».

L’occupazione media delle camere in provincia è ancora al di sotto delle medie stagionali, oscilla tra il 20% e il 50%, ma le Colline Unesco, l’arte, i musei riaperti, la natura, il Sile e un aeroporto con nuove rotte rappresentano concreti segnali di ripresa.

Video del giorno

Sgarbi e Al Bano cacciati a fischi dal palco dell'Arena di Verona: era la sera dell'omaggio a Franco Battiato

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi