Treviso, minaccia di farsi esplodere con una bomba davanti al Tribunale

L'uomo seduto davanti al palazzo di Giustizia di Treviso

Un imprenditore si è legato fuori dall’ingresso del palazzo di giustizia di Treviso e minaccia di farsi esplodere con un ordigno a causa di uno sfratto. Tutta la zona vietata al pubblico. Allarme rientrato dopo tre ore

TREVISO. Un uomo si è legato fuori dall’ingresso del palazzo di giustizia di Treviso e minaccia di farsi esplodere con un ordigno.

Clamoroso atto di protesta, stamattina, poco dopo le 7.30, davanti al tribunale di viale Verdi.

Sul posto sono intervenute le pattuglie delle forze dell’ordine e le ambulanze del 118.

Treviso, un uomo minaccia di farsi esplodere davanti il tribunale

Il protagonista della clamorosa protesta è un imprenditore della Castellana, Massimo Baggio, autotrasportatore classe 1967 di Resana: vuole parlare con un giudice per uno sfratto esecutivo in programma domani, giovedì 8 luglio.

La zona del tribunale è per il momento inaccessibile ed è stata cinturata da carabinieri e polizia. Sul posto ci sono il questore Vito Montaruli e il comandante provinciale dei carabinieri Gianfilippo Magro che stanno cercando di intavolare una trattativa con l’uomo.

Verso le 10.30 Baggio è stato convinto ed è entrato con le forze dell’ordine in tribunale.

Video del giorno

Turchia, la furia del minatore non pagato: sale sull'escavatore e distrugge i camion

Timballo di alici

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi