Femminicidio sul Piave, grande commozione per l’ultimo abbraccio a Elisa

Serrande abbassate e un minuti di silenzio a Pieve di Soligo durante il funerale. In chiesa anche Zaia  e il prefetto Laganà

PIEVE DI SOLIGO. Nel pomeriggio di oggi 6 luglio, in Duomo a Pieve di Soligo, l'ultimo abbraccio alla barista 35enne Elisa Campeol, accoltellata a morte il 23 giugno scorso, a Moriago, da Fabrizio Biscaro, 34enne di Col San Martino in carcere per l'omicidio.

Per il funerale è stato predisposto un servizio d'ordine ad opera della Protezione civile, con accesso limitato alla chiesa, ed è stato attivato dal sindaco Stefano Soldan il centro operativo comunale.

Pieve, l'addio a Elisa uccisa sul Piave. Il sindaco: "Responsabili per ciò che non ha funzionato"

A Pieve di Soligo è stato proclamato il lutto cittadino: serrande abbassate durante lo svolgimento del funerale e un minuto di silenzio.

Presenti alla cerimonia anche il presidente della Regione Luca Zaia e il prefetto di Treviso Maria Rosaria Laganà. La cerimonia è celebrata da don Giuseppe Nadal, che ha spiegato di aver scelto come lettura una parabola indicata dalla stessa Elisa in un recente post su fb: la parabola del grano e della zizzania.

Video del giorno

Turchia, la furia del minatore non pagato: sale sull'escavatore e distrugge i camion

Timballo di alici

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi