Contenuto riservato agli abbonati

Effetti collaterali sul traffico della nuova rotonda: intasate via Zermanese e via Moro

La protesta dei residenti: «Le due strade sono l’unica alternativa al Terraglio». Il sindaco: «Il supermercato non lo abbiamo messo noi»

CASIER«Via Aldo Moro e via Zermanese sono diventate la tangenziale di Dosson», è il coro dei residenti. Il combinato disposto di Terraglio est (primo stralcio) e rotonda all’incrocio con via Pindemonte ha avuto un effetto in parte inatteso, e dannoso per chi abita nel quadrante compreso tra via Zermanese e via Aldo Moro. Il traffico è aumentato nelle due strade, scelte come alternativa al Terraglio. Una parte di quei veicoli – soprattutto in via Zermanese – è stato portato dal primo stralcio del Terraglio Est. Per chi arriva da Treviso è la strada più veloce – seppur più lunga – per arrivare al casello del passante, o a quello più a sud della A27, tra casale e Mogliano. A questo si aggiunge il traffico di coloro che le hanno scoperte grazie alla rotatoria di via Pindemonte, davanti al nuovo supermercato.

Se l’opera non ha avuto grandi effetti sull’asse del Terraglio, ne ha avuti, eccome, sull’intersezione di via Pindemonte. Chi deve immettersi sulla statale, o deve svoltare a sinistra per imboccarla, lo fa molto più agevolmente rispetto al passato. Il risultato è che gli automobilisti la scelgono sempre più spesso. Se a questo ci aggiungono il traffico generato dal supermercato, ecco che si spiegano le lamentele dei residenti. Tra l’altro in questo periodo l’accumulo di veicoli è stato “sterilizzato” dal Covid, e ora dalle vacanze. Insomma a settembre potrebbe andare peggio.

Per questo chi abita nel quadrante di Dosson chiede un intervento al Comune. «Quando arriverà il secondo stralcio del Terraglio Est», sostiene Simona Guardati, capogruppo dell’opposizione, «il problema si risolverà. Abbiamo sempre votato a favore del secondo stralcio perché necessario anche per Dosson. La rotatoria di via Pindemonte e il supermercato hanno il loro effetto, noi avremmo voluto un intervento diverso».

Anche per il sindaco di Casier, Renzo Carraretto per una soluzione definitiva si dovrà attendere il completamento del Terraglio Est, «lo avevamo previsto, come avevamo previsto che la rotatoria di via Pindemonte avrebbe fluidificato il traffico. Ma il supermercato non l’abbiamo messo noi. Dosson non ha un piano di viabilità da molti anni, sono tutte stradine residenziali, che ora si trovano a gestire un traffico in eccesso. Ci si doveva pensare prima, ora serve il Terraglio Est. Intanto», annuncia, «condurremo alcuni interventi, per esempio migliorando l’illuminazione dei passaggi pedonali in via Zermanese, via Roma e via Aldo Moro, e rendendo più visibile il semaforo di via Aldo Moro». 

Video del giorno

Sgarbi e Al Bano cacciati a fischi dal palco dell'Arena di Verona: era la sera dell'omaggio a Franco Battiato

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi