Papà si getta nel Piave per salvare la figlia e un’amica. Loro riemergono, lui annega

Pederobba, dramma nelle acque del Piave. Le due ragazze erano in difficoltà e l’uomo di 54 anni si è tuffato insieme ad altri tre soccorritori. Poi è scomparso. Il corpo recuperato un’ora e mezza dopo

PEDEROBBA. Papà si tuffa per salvare la figlia e una sua amica, ma non riemerge. Dramma a Pederobba attorno alle 17.30 di venerdì pomeriggio all’altezza dell’Industria cementi Rossi.

Quando le due ragazze hanno iniziato ad annaspare, si sono tuffati in quattro: il papà Lammouchi Mhsen, 54 anni, tunisino; un suo connazionale; un 60enne di Pederobba e un bambino. Dalla prima ricostruzione i soccorritori sono riusciti a trarre in salvo le ragazze, ma il papà non è più riemerso.

Immediate le ricerche, purtroppo il corpo di Lammouchi Mhsen, 54 anni, tunisino residente a Caerano San Marco, è stato recuperato dopo circa un’ora e mezza.

Pederobba, si getta nel Piave per salvare la figlia. Le ricerche dei vigili del fuoco

Sul posto carabinieri di Montebelluna, vigili del fuoco, sommozzatori, Suem 118 con elisoccorso e molti testimoni, col fiato sospeso.

Il cadavere del povero papà è stato trovato dai sommozzatori dei vigili del fuoco di Venezia solo verso le 20.

Video del giorno

Turchia, la furia del minatore non pagato: sale sull'escavatore e distrugge i camion

Timballo di alici

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi