L’azienda di Ca’ Tron e i protagonisti

1) Il centro aziendale di Ca’ Tron preso d’assalto dagli squadristi il 2 luglio 1921 (fonte Ivano Sartor); 2) Un manipolo fascista (fonte Biblioteca Montebelluna); Piazza dei Signori all’epoca dei fatti (fonte Francesco Turchetto); 4) Luigi Faraone, leader dei fasci di combattimento, poi segretario del Pnf trevigiano; 5) Ivan Doro, leader degli squadristi di Vittorio Veneto che parteciparono all’assalto; 6) Giuseppe Corazzin, pluridecorato e sindacalista leader delle leghe bianche che facevano capo al partito Popolare; 7) Andrea Giacinto Bonaventura Longhin, frate cappuccino, amico di Pio X che lo elevò a vescovo di Treviso, decorato con la croce al merito di guerra per l’attività di assistenza nel primo conflitto mondiale, fu a fianco delle lotte contadine e beatificato da Giovanni Paolo II; 8) Guido Bergamo, pluridecorato, incontrastato leader dei repubblicani, il più giovane deputato italiano nelle elezioni del 1919, il vero obiettivo dei fascisti nel 1921.

Video del giorno

L'Aquila, abbattuto il Viadotto Cerqueta sulla A24: la demolizione controllata vista dal drone

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi