La rinascita dell’estate sulle sponde del Sile: ecco la nuova movida tra jazz, cinema e dj

L’offerta culturale che si snoda lungo la Greenway porta trevigiani e turisti a immergersi nella natura in formato “slow”

TREVISO. Cinema all’aperto, concerti, attività in bilico tra sport e aggregazione: la nuova “movida” scorre lungo le sponde del Sile ed è in formato rigorosamente “slow”. Non è tempo di volumi assordanti e maxi assembramenti ma con l’arrivo dell’estate, del caldo, cresce tra i trevigiani la voglia di trascorrere le serate all’aria aperta.

Si riscopre così, sempre di più, la dimensione fluviale della città e dell’hinterland. Un progetto dopo l’altro, il Sile, complice anche l’attrattiva cicloturistica della Greenway, si conferma in tempi di pandemia come uno degli scenari ideali per tornare alla vita collettiva, riscoprire il piacere di un film sotto le stelle, di un concerto, di un aperitivo con dj set.

La formula consente di incrociare eventi culturali e natura, andando a recuperare il rapporto atavico degli uomini con i corsi d’acqua. Il fiume di risorgiva più lungo d’Europa, da tempo, attrae turisti e investimenti. Per l’estate 2021 il meglio deve ancora arrivare.

A scaldare i motori ci hanno già pensato diverse iniziative: dall’animazione in Prato Fiera della tre giorni promossa a fine maggio, con incontri, cinema e spettacoli, fino al concerto del Solstizio che si è svolto sabato 19 giugno all’altezza della centrale idroelettrica di Silea.

Questo weekend, stesso posto, si replica con una serie di eventi, promossi dal comune di Silea, che si intitolano “Dall’alba al tramonto”. La giornata culmina alle ore 21 con uno dei 19 concerti in programma fino al 25 luglio di Sile Jazz, rassegna avviata nel 2012 e giunta quest’anno alla sua decima edizione.

Lungo via Alzaia risuoneranno in serata le note del Ferdinando Romano Quintetto Totem (2 euro Prenotazioni: staff@nusica.org e al numero 327 4610693). Ad anticipare il concerto ci saranno tante iniziative: l’associazione Veneto Nascosto propone fin dalla mattina una serie di laboratori sulle tematiche ambientali, esperimenti scientifici per bambini e altre attività ludiche a tema fluviale (prenotazioni: info@venetonascosto.com). Contemporaneamente dalle 9 alle 12.30 sarà possibile partecipare all’attività di pulizia del fiume a cura dell’associazione OpenCanoe OpenMind (prenotazioni: info@opencanoe-openmind.com).

Poco più a valle, con “Alla Scoperta delle Terre di Mezzo”, il porticciolo di Casale sul Sile, che ieri ha ospitato il concerto del pianista Elia Cecino e il quartetto Dafne, si anima con la seconda giornata dell’open weekend turistico che prevede tour in taxi boat, e houseboat, noleggio di biciclette e canoe (informazioni al 3474054879).

Altro appuntamento in programma è quello del weekend della prossima settimana: venerdì e sabato, rispettivamente 2 e 3 luglio, ci sono le notti bianche con il porticciolo che si anima di bancarelle, negozi aperti, strade chiuse al traffico.

Tornando nel capoluogo ad animare la Restera ci pensano soprattutto gli aperitivi con dj-set in programma all’osteria Makkalè e il cerchio si chiude di nuovo in prato Fiera: è partito giovedì scorso, il “cine circo” realizzato in collaborazione con “Cineforum Labirinto”.

Giovedì 8 luglio, il grande schermo vista Sile proietterà “Ogni cosa è illuminata”. Stessa data, l’ansa di Sant’elena di Silea ospita il film di animazione “Wall-e”. Altri punti imprescindibili l’osteria Nea, con in suoi aperitivi e il porticciolo di Casier.

Video del giorno

Turchia, la furia del minatore non pagato: sale sull'escavatore e distrugge i camion

Timballo di alici

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi