Zanoni duro sulle casse «Territori inascoltati»

CROCETTA

Il consigliere regionale del Partito Democratico Andrea Zanoni accusa l’assessore alla Protezione Civile e all’Ambiente, Gianpaolo Bottacin, di imporre le vasche di laminazione sul Piave a Ciano senza ascoltare le istanze del territorio. «Bottacin continua a parlare di concertazione, ma dice una bugia», spiega Zanoni in una nota, «Il sito di Ciano del Montello è stato individuato dalla Regione senza tener conto delle indicazioni del territorio. Come fa a parlare di condivisione se in una decina di Comuni i rispettivi Consigli, tutti guidati dalla Lega, hanno votato all’unanimità ordini del giorno in cui si chiede di attivare lo strumento del contratto di fiume indicando soluzioni alternative alle Grave? Perché le comunità locali non vengono ascoltate?». si domanda ancora l’esponente del Pd: «Il sindaco di Crocetta ha impugnato la delibera della Regione, non un atto dell’Autorità di bacino». Piccata la replica dell’assessore: «Zanoni dimentica che la progettazione di quell’intervento specifico è stata finanziata dal governo Gentiloni ancora nel 2016» risponde l’assessore «Continua a fare dichiarazioni mendaci con lo scopo di seminare zizzania. Nel 2018 e nel 2019 abbiamo rischiato che il Piave esondasse mettendo a rischio la vita di decine di migliaia di persone. Non spetta a me decidere quali opere fare ma se il Governo finanzia un progetto io ho l’obbligo di procedere». —




Video del giorno

Ecco perché Tamberi e Barshim si sono scambiati sul podio le medaglie

Frittata con farina di ceci e zucchine

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi