Una magnolia per ricordare il sorriso di Vittoria

Lunedì verrà piantata nel giardino del liceo “Levi” che la 14enne frequentava Un anno fa il tragico incidente in scooter in cui è morta 

MONTEBELLUNA

Lunedì 21 giugno, alle ore 17, a quasi un anno di distanza da quel tragico incidente stradale in ciclomotore avvenuto a Farra di Soligo in cui Vittoria De Paoli aveva perso la vita, i suoi compagni della 2B Classico del liceo "Primo Levi" di Montebelluna pianteranno un albero in sua memoria nel giardino della scuola.


Al liceo "Primo Levi" di Montebelluna nessuno ha dimenticato quella ragazza di soli quattordici anni, sempre sorridente, di compagnia e appassionata di recitazione (aveva recitato nella fiction televisiva "Di padre in figlia") e di canto, e per questo lunedì alle 17 la ricorderanno piantumando una magnolia in giardino.

Alla cerimonia, che si svolgerà in forma privata, saranno presenti il dirigente scolastico assieme allo staff di direzione, i docenti di Vittoria, i rappresentanti del consiglio d'istituto, il sindaco di Montebelluna Elzo Severin (se sarà dimesso dall'ospedale e si sintirà in forma) o un suo delegato, la sindaca di Maser Claudia Benedos, dato che la ragazza risiedeva nella frazione di Crespignaga, i suoi compagni di classe, i genitori, le sorelle, i parenti.

«Quando una vita così giovane viene spezzata - dice il preside del "Primo Levi", Ezio Toffano - si apre una ferita profonda; a scuola, un banco vuoto, un compagno che manca, sono dolori difficili da elaborare. Quest’albero ricorderà Vittoria, la sua crescita alimenterà il ricordo e aiuterà a mutare quell'assenza in una presenza».

I capelli lunghi e il sorriso erano il segno distintivo di Vittoria De Paoli, quello che più si è fissato nella memoria dei compagni. La magnolia verrà piantumata nel giardino interno alla scuola, un albero che si potrà scorgere dalle diverse ali dell’edificio, un simbolo di vita per cancellare quel distacco improvviso, brutale, lasciando spazio a un ricordo sereno e affettuoso nei suoi compagni di scuola. Quella sera maledetta Vittoria era sul sellino posteriore dello scooter di un amico 16 enne e i due si schiantarono contro un lampione. Per la ragazza l’impatto fu fatale.—



Video del giorno

Ecco perché Tamberi e Barshim si sono scambiati sul podio le medaglie

Frittata con farina di ceci e zucchine

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi