Tenta di violentare una ragazza, quarantenne di San Zenone arrestato

Il fatto serebbe avvenuto sabato notte a Venezia, zona Cannaregio: la donna ha denunciato di essere stata aggredita mentre camminava per una calle. Alle sue grida l’uomo è fuggito, arrestato poco dopo dalla polizia

SAN ZENONE. Un quarantenne di San Zenone degli Ezzelini è stato arrestato a Venezia sabato notte con l’accusa di tentata violenza sessuale nei confronti di una giovane. L’episodio sarebbe avvenuto poco prima a Cannaregio.

Secondo le testimonianze raccolte dalla polizia, la donna ha sentito delle mani che la stringevano, la bloccavano, la toccavano ovunque. Solo pochi attimi di violenza che alla ragazza sono sembrati un’eternità.

Lei ha gridato con tutto il fiato che aveva in corpo cercando di divincolarsi. Per fortuna alcuni abitanti della fondamenta hanno sentito le sue grida, la sua richiesta d’aiuto e hanno aperto le finestre. Il violentatore a quel punto ha desistito e si è allontanato. Poco dopo, anche grazie ai testimoni, la polizia lo ha bloccato e arrestato per violenza sessuale. In manette è finito un 40enne di San Zenone degli Ezzelini con alcuni piccoli precedenti, attualmente  residente a Cannaregio.

È successo tra fondamenta San Girolamo e fondamenta dei Ormesini, sabato notte intorno alle 2. La vittima ha 25 anni. Sabato sera terminato il lavoro aveva trascorso alcune ore in compagnia delle amiche in un locale. Verso l’1.30 le ragazze hanno deciso di far rientro a casa e si sono avviate verso le loro abitazioni. Ognuna ha preso direzioni diverse. Una del gruppetto che abita in riva a Rio di San Girolamo mentre percorre una calle accanto a Strada Nuova, ha la sensazione di essere seguita da qualcuno.

Nonostante sia finito il coprifuoco è la città sta tornando ad animarsi, non c’è tanta gente per strada. Lei comincia ad avere un po’ di paura. Per capire se veramente la stanno seguendo, cambia un paio di volte direzione. E puntuale continua a sentire alle sue spalle un inquietante presenza. Allora accelera il passo. Oramai manca poco a casa. Appena sbuca in fondamenta di San Girolamo sente addosso quella misteriosa presenza. Non fa in tempo a girarsi per capire cosa sta succedendo che un uomo la sbatte contro una porta. Inizia a stringerla e a toccarla ovunque. Le mani arrivano in ogni angolo del corpo della giovane. Lei sente dolore e puzza di alcol.

La ragazza reagisce e grida. Grida il più non posso. Si aprono delle finestre che si affacciano sulla fondamenta. Diversi abitanti si affacciano. Cominciano ad arrivare delle persone. Il violentatore si . Qualcuno ha già chiamato la polizia, mentre una signora dall’alto segue con gli occhi la direzione di fuga dell’aggressore. Quando arriva la volante lagunare, la donna, ma pure altri testimoni forniscono una descrizione dettagliata dell’uomo. Tempo cinque minuti e gli agenti lo intercettano e lo bloccano in fondamenta dei Ormesini. Portato in Questura nega tutto. Ma sia la ragazza che i testimoni lo riconoscono. È stato arrestato per violenza sessuale. 

Video del giorno

Spagna, l'eruzione del vulcano a La Palma: lava e pioggia di lapilli. Non succedeva al 1971

Barbabietola con citronette alla senape e sesamo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi