Contenuto riservato agli abbonati

A Treviso si sono dimesse undici guardie mediche ma i sostituti trovati sono solo tre

Lo Snami denuncia la precarietà venutasi a creare nel servizio: a Oderzo tre al lavoro su nove posti

TREVISO. Giugno di passione per la continuità assistenziale dell’Ulss 2. Undici guardie mediche si dimettono, solo tre i sostituti trovati. «Siamo senza medici e questo è il frutto di anni di risparmi forsennati a tutti i livelli. Tutte le sedi di guardia medica sono sottodimensionate in fatto di personale» dice Bruno Di Daniel, segretario provinciale dei condotti dello Snami. Nei giorni scorsi il sindacato ha segnalato all’azienda sanitaria trevigiana la drammatica situazione in cui versa la continuità assistenziale di Oderzo.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi tribuna di Treviso la comunità dei lettori

Video del giorno

La Palma, il drone riprende il fiume di lava che si fa largo tra le case

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi