Voglia di musica: dai Queen a Piazzolla. Sarà un’estate di tributi e grandi eventi

Varato il cartellone dal 17 giugno al 4 settembre: si torna gratis nelle piazze (Burchiellati) e nei teatri. La novità del chiostro di Santa Margherita

TREVISO. Tempo di rinascita e di ripartenze a suon di musica con il nuovo cartellone della “Stagione concertistica estate 2021”, promossa dal Comune di Treviso in collaborazione con il teatro comunale Mario Del Monaco e il teatro Stabile del Veneto. Sette appuntamenti che, dal 17 giugno al 4 settembre, ripopoleranno alcuni luoghi simbolo della città: da piazzale Burchiellati alla chiesa di San Francesco, con una new entry (il chiostro di Santa Margherita) e la chiusura al Del Monaco. Un programma caratterizzato da un comune denominatore: quello garantito dalla presenza dell’orchestra, che si farà di volta in volta interprete e chef camaleontico a seconda del menù proposto.

Giugno

Si partirà giovedì 17 giugno con un pieno di energia, che, da piazzale Burchiellati, si diffonderà anche oltre le mura: il maestro Diego Basso, con l’Orchestra Ritmico Sinfonica Italiana e le voci di Art Voice Academy, condurrà in un viaggio ritmato attraverso la storia dei Queen tra “Bohemian Rhapsody”, “We Will Rock You”, “We Are the Champions” e “Somebody to Love” (prenotazione obbligatoria via mail a prenotazionitreviso@gmail.com entro martedì 15). Venerdì 18 giugno, nuovamente in piazzale Burchiellati, “I Solisti di Radio Veneto Uno”, diretti dal maestro Giorgio Sini, si esibiranno nel concerto “Grazie Treviso”: spazio alle note di Tchaikovsky, Max Bruch e a quelle di Gioacchino Rossini, con la speciale partecipazione del violoncellista Giuseppe Barutti, uno dei più importanti solisti a livello internazionale (prenotazione via mail entro martedì 15 allo stesso indirizzo riportato sopra).

Luglio

Il mese di luglio si aprirà domenica 4, nella chiesa di San Francesco, con “Note di Mezz’estate”: i pentagrammi scorreranno veloci con il concerto grosso di Vaughan Williams, le suite in stile antico di Edvard Grieg e le atmosfere dell’“assassino del tango”, Astor Piazzolla, con la sua “Fuga y Misterio”. Mattatrice della serata, l’Orchestra Giovani Archi Veneti, composta da talenti in erba tra i 17 e i 25 anni e diretta dal maestro Lucia Visentin. Gav è un progetto dell’associazione trevigiana Musincantus, promotrice della serata (per prenotazioni mail a info@musincantus.it). Il 23 luglio, in un contesto finora inedito per il panorama concertistico trevigiano come quello rappresentato dal chiostro di Santa Margherita, andrà in scena l’omaggio a Igor Stravinsky nel 50esimo anniversario della morte, nuovamente promosso da Musincantus: esecuzione affidata all’orchestrAprogetto (diretta da Jacopo Cacco), altra realtà di giovani del territorio.

Agosto e Settembre

Sempre a Santa Margherita, l’8 agosto, un’altra celebrazione: quella dedicata ad Astor Piazzolla nel centenario della nascita, con l’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta diretta da Marco Titotto e la presenza di Mario Stefano Pietrodarchi, alla fisarmonica e al bandoneon.

Il 15 agosto non mancherà il tradizionale “Concerto lirico dell’Assunta”, quest’anno titolato (per ora) enigmaticamente “Tre tenori per una magica Treviso” (ulteriori dettagli saranno comunicati in seguito). La serata conclusiva, il 4 settembre al Del Monaco, vedrà il sigillo di chiusura con il concerto dell’Orchestra Giovanile Filarmonia Veneta, formazione nata da un progetto della “madre”, l’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta, per inserire le giovani eccellenze nell’esperienza professionale.

Tutti i concerti, che saranno a ingresso gratuito, avranno inizio alle ore 21; in caso di maltempo, gli eventi all’aperto verranno annullati.—

Video del giorno

Sei tori in fuga lungo i binari a Roncade: due recuperati, quattro abbattuti

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi