Contenuto riservato agli abbonati

Ancora una serata di botte in via Roma a Treviso. Conte: «Basta, via gazebo e plateatici»

Le immagini della rissa di giovedì sera in via Orioli

Tafferugli in via Orioli giovedì a tarda sera e nuovo arrivo dei carabinieri. I residenti: «Meno strisce gialle e più fatti»

TREVISO. Ogni giorno la sua pena. È proprio il caso di dirlo per quanto riguarda il quadrante trea via Roma, via Orioli e piazzetta Giustiniani. Anche giovedì sera dopo ormai dieci giorni di controlli dei vigili, scazzottate continue, nuove proteste da parte dei residenti, è scattata l’ennesima rissa sotto le finestre delle abitazioni che affacciano sul quadrante.

L’ennesima goccia in un vaso già colmo; il sindaco Conte infatti annuncia: «Basta voglio riqualificare tutta l’area».

La rissa

Protagonista dell’ultima scazzottata in ordine di tempo un gruppo di stranieri di provenienza e origine sconosciuta che intorno alle 23 di giovedì per ragioni non meglio precisate, hanno iniziato prima ad urlarsi contro e poi a passare alle mani mentre altri tentavano di dividerli. L’ennesima rissa lampo tra le grida di residenti che urlavano «Basta, smettetela».

L’ennesimo episodio di degrado dopo quello avvenuto proprio pochi giorni fa con protagonisti un gruppo di ragazzini poi dileguatisi, i selfie beffa davanti al furgone del presidio dei vigili e le altre botte documentate le scorse settimane sempre a pochi passi dai tavolini e dalle fermate dei bus.

Anche in questo caso sono stati chiamati i carabinieri che sul posto hanno raccolto alcune testimonianze, ma dei protagonisti del diverbio nulla.

Il comune

Attivato il presidio fisso dei vigili (che per la verità non è poi così fisso) il sindaco conte ora annuncia una stretta. «Sono stufo e intendo agire sull’area puntualmente. Il lavoro svolto dalle forze dell’ordine e dalla polizia locale ha dato già i suoi risultati e molti residenti e commercianti ne sono testimoni, ma serve fare di più perché il problema lì è purtroppo radicato. Per questo oltre ai controlli stiamo studiando la completa riqualificazione di tutta la “piazzetta”, chiamiamola così, di via Roma sia a livello di spazi commerciali che a livello di arredo urbano, illuminazione e vivibilità».

Il piano

Il progetto di Ca’ Sugana prevede: l’eliminazione di alcune alberature, la rimozione di alcuni ostacoli fisici come rastrelliere o corrimano non più utilizzati, il possibile spostamento più in zona stazione dei treni dei due gazebo di vendita abbigliamento oggi in Riviera Santa Margherita la radicale modifica dell’illuminazione e il rifacimento del tratto dalla strada a via Orioli, il trasloco dei plateatici dei locali. «Tutto già allo studio degli uffici» sottolinea il sindaco.

I residenti

Alla finestra, e non solo per assistere al proseguire delle risse, i residenti attendono le mosse dell’amministrazione. In primis questa annunciata e qualificazione. Nel frattempo incalzano: «Servono meno strisce gialle a riservare il posto auto per la polizia locale e più presidi fissi veri, stabili, più interventi di riqualificazione dell’area a partire dalle panchine per finire con le luci e i marciapiedi. Non è possibile che ogni giorno ce ne sia una». 

Video del giorno

Il cucciolo di orso incastrato sugli alberi: il salvataggio

Frittata con farina di ceci e zucchine

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi