Impiegati irregolari, sequestrata azienda tessile a Castelfranco Veneto

Dai controlli sono emersi che numerosi cavi elettrici erano scoperti, pendenti sopra le postazioni dei lavoratori, e l'unica uscita di emergenza era sbarrata da scarti di produzione e materiali vari

TREVISO. La guardia di Finanza di Castelfranco Veneto ha sequestrato a Loria un'azienda tessile dove sono state rilevate numerose violazioni alla normativa in materia di sicurezza sul lavoro e antincendio, e nella quale sono trovati al lavoro tre persone 'in nero'.

Il titolare, un cinese, è stato denunciato. L'intervento è stato svolto con la Direzione Regionale dell'Inps e dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro.

Dai controlli sono emersi che numerosi cavi elettrici erano scoperti, pendenti sopra le postazioni dei lavoratori, e l'unica uscita di emergenza era sbarrata da scarti di produzione e materiali vari.

Nello scantinato dello stabile e in un container posto nel piazzale antistante all'edificio, c'erano circa 3 tonnellate di rifiuti speciali: scarti della lavorazione tessile, apparecchiature elettriche ed elettroniche, stoccati ovunque, anche nei pressi delle postazioni di lavoro dei dipendenti.

Alla luce delle violazioni riscontrate, i finanzieri hanno sequestrato il locale di circa 700 mq., lo scantinato, il container, i rifiuti e tutto il materiale rinvenuto (54 macchinari industriali e annessi banchi da lavoro, capi semilavorati e materiali vari per la lavorazione tessile).

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Quanti sono i lupi in Italia e dove sono: come è stato fatto il monitoraggio nazionale

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi