Contenuto riservato agli abbonati

Pestaggi e spaccio di droga in via Roma a Treviso, Conte: «Scatta il presidio fisso dei vigili»

L’aggressione di domenica pomeriggio nella laterale Orioli ha riportato in primo piano l’emergenza del quadrante

TREVISO. Un presidio fisso della polizia locale in via Roma. È questa la risposta del sindaco Mario Conte alla richiesta di sicurezza che arriva da commercianti e residenti.

Domenica l’ennesima rissa, con un 40enne preso a bottigliate, al termine di un litigio iniziato all’interno del bar Alessio, vicino alla stazione delle corriere, finito poi in ivia Orioli, laterale di via Roma. Un pestaggio avvenuto alle 16 davanti agli occhi dei trevigiani in passeggiata e dei commercianti che ancora una volta hanno visto arrivare a sirene spiegate le forze dell’ordine.

«Il livello di controllo della zona è altissimo, lo dicono i cittadini stessi. A volte capita che si verifichino episodi come quello di domenica, che però tengo a dirlo, avrebbe potuto accadere ovunque. Intensificheremo i controlli ulteriormente, attiveremo la zona a traffico limitato in via Orioli e creeremo una postazione fissa della polizia locale», dice il sindaco Mario Conte.

L’area di parcheggio per la pattuglia verrà creata in via Orioli ai piedi delle scalinata. Li sarà parcheggiata un’auto, con gli agenti che pattuglieranno la zona. Ma Conte chiama all’appello anche le altre forze dell’ordine: «Se dopo tutto questo ci saranno ancora difficoltà, dovremo interessare la Prefettura e la Questura. Con il nostro impegno siamo riusciti a migliorare molto, ma non bastasse, significherebbe che per risolvere definitivamente la situazione di via Roma ci vuole l’aiuto dello Stato», aggiunge il sindaco.

L’ultimo anno di relativa tranquillità in uno dei quadranti più a rischio della città aveva indotto a pensare che i problemi fossero in gran parte acqua passata. Ma evidentemente la percezione di maggiore sicurezza era legata anche al fatto che con la pandemia in città c’era molta meno gente. Allo stesso tempo quindi meno problemi nella via, e meno occhi a notarli.

Oggi invece tutto sembra tornato come un anno fa, quando spaccio e risse facevano compagnia a commercianti e residenti. Una settimana fa è stato messo a segno anche un furto da parte di un ragazzo che è entrato nel negozio di sigarette elettroniche, se n’è fatta consegnare una per provarla ed è scappato non appena l’ha avuta in mano. Pochi giorni prima altra rissa tra ragazzi.

È la violenza, unita allo spaccio, il problema maggiore. E quasi sempre riguarda compagnie di minorenni, che si incrociano in via Roma e fanno partire i pugni. 

Video del giorno

Tokyo 2020, le lacrime della mamma di Jacobs durante la premiazione del figlio

Frittata con farina di ceci e zucchine

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi