Contenuto riservato agli abbonati

Il brevetto anti-russamento made in Vedelago sbarca anche su Amazon

Angelo Bontempelli e la moglie Annamaria a “ItaliaSì!”, in Rai

Perlaria, il “marchingegno” ideato da un pensionato di Vedelago riscuote un grande successo dopo la presentazione in Rai

VEDELAGO. A neanche due mesi dall’annuncio della messa a punto del brevetto, il pensionato-inventore di Vedelago, Angelo Bontempelli, è pronto a sbarcare su Amazon con Perlaria, la sua innovativa “molletta” anti-russamento. Complici non solo la provata efficacia del dispositivo endonasale, ma anche la curiosità suscitata nei media nazionali, le richieste d’ordine si moltiplicano tanto da rendere insufficiente la sola commercializzazione del prodotto presso le farmacie e le parafarmacie locali, come previsto inizialmente.

«Mancano le ultime formalità e dalla prossima settimana Perlaria sarà acquistabile su Amazon», spiega l’ex dipendente della Simmel la cui storia ha attirato l’attenzione degli autori del programma di Rai1 “ItaliaSì! ”. Nel salotto di Marco Liorni a raccontare i retroscena sulla “molletta del buon respiro” non c’era solo il suo ideatore, ma anche una simpatica e disinvolta signora Annamaria Bontempelli, prima testimonial dell’efficacia del prodotto nonché rappresentante delle mogli di tanti, ormai ex, russatori seriali.

L’attrezzino di 22 millimetri in acciaio inossidabile – prodotto in un mollificio di Cassola – funziona dilatando le vie respiratorie e aumentando così il flusso d’aria con buoni effetti sulla vibrazione dei tessuti molli, concausa del russare.

«Da anni combattevo con le conseguenze di un setto nasale deviato che non trovavano soluzione. Armeggiando con un filo d’acciaio sagomato con una candela ho costruito questo dispositivo che sta avendo effetti positivi superiori alle aspettative».

E i recenti feedback lo confermano. «Risale a qualche giorno fa la chiamata della moglie di un amico che mi ha detto di aver salvato il suo matrimonio », spiega divertito Bontempelli sottolineando che «Perlaria è rivolto a chi ha disagi lievi e non sostituisce in alcun modo l’intervento del medico». Quello classificato come “dispositivo di ausilio alla persona” pur essendo esente dall’obbligo di certificazioni ministeriali è dotato di un apposito bugiardino steso da un medico e approvato da uno specialista in otorinolaringoiatria.  

Video del giorno

Spagna, l'eruzione del vulcano a La Palma: lava e pioggia di lapilli. Non succedeva al 1971

Barbabietola con citronette alla senape e sesamo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi