Contenuto riservato agli abbonati

L’Ana di Vittorio compie 90 anni: «Una festa che avrà lo spirito della ripartenza»

«Onoreremo i nostri morti e ringrazieremo i volontari per il grande lavoro svolto durante la pandemia». Il programma da sabato 22 a lunedì 24 maggio

VITTORIO VENETO. L’Ana di Vittorio Veneto si prepara a festeggiare i primi 90 anni dalla sua costituzione. Lo farà in clima da pandemia, però con lo spirito della ripartenza. «Lo faremo», annuncia il presidente Francesco Introvigne, «anzitutto ricordando chi è andato avanti in questi 90 anni, ma in particolare in quest’anno di Covid. Ma anche ringraziando il personale sanitario così esemplare nella sua dedizione e, se mi è permesso, anche i nostri alpini che si sono dati da fare n ei lockdown assistendo le persone e le famiglie più fragili e, adesso, accompagnando i concittadini negli hub della vaccinazione».

Tre le giornate per far memoria di questi 90 anni: da sabato 22 maggio a lunedì 24, data storica per il ricordo dell’avvio della Grande Guerra. «Abbiamo dovuto rideterminare tutto, ma non lasciamo passare nel silenzio questo importante appuntamento», precisa Introvigne, «E sabato 22 maggio sarà la giornata che dedicheremo al ricordo delle nostre quattro Medaglie d’oro e alla resa degli onori ai presidenti sezionali defunti».

Quindi tappe al cimitero di Orsago per la Medaglia d’oro al V. M. Giovanni Bortolotto; al cimitero di Ceneda dove riposano i presidenti Aldo Marinotti, Giulio Salvadoretti, Carlo Giovannini e il presidente onorario Teodoro Carnielli, oltre alle Medaglie d’oro Alessandro Tandura, Luigino Tandura e Annibale Pagliarin. Al cimitero di Sant’Andrea per i presidenti Mario Cecilian, Gino Perin e Lorenzo Daniele.

Lunedì 24 maggio 2021, la data del compleanno, in piazza Giovanni Paolo I a Ceneda alle 18.30 alzabandiera dei 10 Tricolori con lo schieramento dei 19 gagliardetti sulla gradinata della fontana inquadrati con le rappresentanze del Gruppo sportivo, dell’unità di Protezione civile, ed i cori con il Reparto Salmerie. Quindi messa officiata dal vescovo Corrado Pizziolo nella cattedrale di Ceneda animata dalle voci congiunte dei tre cori facenti parte della sezione: il coro Ana sezionale, i cori alpini Mesulano e Col di Lana.

Il 19 e 20 giugno infine adunata sezionale, sperando sempre che possa essere consentito dagli eventi legati alla pandemia. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Video del giorno

Sgarbi e Al Bano cacciati a fischi dal palco dell'Arena di Verona: era la sera dell'omaggio a Franco Battiato

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi