Anziana morta nel park del bocciodromo di Villorba: non è stato il vaccino la causa del decesso

L’esame autoptico, voluto dall’Azienda Sanitaria per fugare ogni possibile dubbio sulle cause del decesso, è stato effettuato questa mattina. La donna si era sentita male un’ora dopo aver ricevuto il richiamo del vaccino anti-Covid

TREVISO. La Direzione dell’Ulss 2 conferma che il decesso di Irma Dall’Acqua, 91enne residente a Villorba, è stato causato da problemi cardiaci. Nessuna correlazione, dunque, con la seconda dose di vaccino Pfizer che le era stata somministrata sabato scorso, un’ora prima dell’arresto cardiocircolatorio verificatosi mentre l’anziana, in auto con la figlia, si allontanava dal Centro Vaccinale di Villorba.

L’esame autoptico, voluto dall’Azienda Sanitaria per fugare ogni possibile dubbio sulle cause del decesso, è stato effettuato questa mattina. Ulss 2 rinnova le più sentite condoglianze alla famiglia.  

L’anziana si era sentita male poco dopo le 11 di sabato 8 maggio, stava attendendo che anche la figlia ricevesse il vaccino dopo aver ricevuto la seconda dose del siero Pfizer.

Nonostante l’intervento del 118, per la donna non c’era stato nulla da fare. L’Usl in via precauzionale aveva disposto l’autopsia: a risultare fatale è stato un arresto cardiaco indipendente dal vaccino

Video del giorno

Sei tori in fuga lungo i binari a Roncade: due recuperati, quattro abbattuti

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi