Contenuto riservato agli abbonati

Nuova manifestazione non autorizzata dei no mask a Vittorio Veneto

Un centinaio di attivisti (con mascherina per scongiurare la denuncia) si sono radunati nei giardini pubblici al grido di “Libertà, libertà”. Tensione con la Digos ma nessun incidente

VITTORIO VENETO. "Libertà, libertà, libertà ". E' il grido ritmato a gran voce dai cento no vax che si sono incontrati nei giardini pubblici di Vittorio Veneto per protestare contro la manifestazione in piazza del Popolo vietata dalla Questura. Piazza transennata come domenica scorsa ma giovani e anziani, alcuni (non tanti) senza mascherina, si sono tranquillamente assembrati nel giardino, fra i vittoriesi che si sarebbero voluti godere il pomeriggio accomodati sulle panchine. Non sono mancati i momenti di tensione prima e dopo quella che Denis Bonaldo ha definito "una passeggiata".

Un manifestante si è presentato gridando "Liberi liberi" con toni che agli agenti sono sembrati violenti. A vuoto però il tentativo di identificarlo perché la piccola folla di no vax ha cominciato ad applaudire. Bonaldo, prima del sito in protrattosi per un'ora ha distribuito un volantino con alcuni articoli della Costituzione, a suo parere negati. E' intervenuto anche il virologo Franchi.

Al termine un nuovo momento di tensione fra un dirigente della Digos che ha ricordato come la manifestazione fosse  vietata, e un gruppo di manifestanti. "Basta abusi, Liberta" sono stati gli slogan della reazione dei presenti. Nessun incidente, comunque. Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia locale hanno vigilato a distanza.

Video del giorno

"Un boato e siamo usciti di casa": il racconto dalle zone del terremoto in provincia di Treviso

Burger di lenticchie rosse

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi