Giallo di Susegana, Ricci morto annegato

Treviso, eseguita l’autopsia sul corpo del 32enne. Per il medico legale non ci sono dubbi sul decesso. Trovata acqua nei polmoni, si indaga ancora

TREVISO.   Giovedì pomeriggio, l'anatomopatologo Alberto Furlanetto ha eseguito l'autopsia sul corpo del giovane trevigiano di 32 anni, figlio dei titolari dell'Agribeton, trovato senza vita martedì della scorsa settimana all'interno di un sifone del canale dell'Enel a Crevada, tra San Pietro di Feletto e Susegana.

Per il medico legale non ci sono dubbi sulla causa della morte, avvenuta per annegamento. L’anatomopatologo ha, infatti, trovato i classici segni riconducibili all’annegamento e l’acqua nei polmoni. L’osso del collo spezzato, non sarebbe rilevante, essendo avvenuto dopo la morte. Sul corpo del giovane sono stati effettuati i prelievi tossicologici, ma per l’esito si dovranno attendere 60 giorni.

Le indagini dovranno dunque focalizzarsi sulle ultime ore del giovane e rimangono aperte, escluso l’intervento di terzi, entrambe le ipotesi: suicidio o incidente.

Video del giorno

Valvola di una pressa da 400 quintali devasta la strada a Treviso

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi