Serafin morto in azienda ieri cordoglio e verifiche

San biagio

L’intera comunità di San Biagio di Callalta e in particolare quella di Sant’Andrea di Barbarana si stringe nel cordoglio attorno alla famiglia Serafin. Il 71enne Cleto era conosciuto e apprezzato per la sua grande operosità e per essere persona distinta: «Un grande lavoratore» commenta l’assessore all’ambiente del comune di San Biagio Pino Favaro «la nostra amministrazione esprime oltre al profondo dolore per questo tragico incidente anche la più sentita vicinanza ai parenti. Io personalmente conoscevo Cleto Severin perché abbiamo lavorato insieme a metà degli anni ’70: abbiamo iniziato a lavorare all’Enel nel 1974 a Treviso, poi le nostre strade si sono divise ma non sono mancati ulteriori incontri. La notizia del fatale incidente ha fatto il giro dei tanti ex colleghi, e ci tengo a manifestare anche a nome loro il nostro cordoglio». Cleto Serafin, dopo una vita in Enel, era in pensione da una decina d’anni e si era dedicato al lavoro all’interno dell’azienda agricola di famiglia. Lavorava instancabilmente alle sue viti, con il fratello e il figlio, e anche lunedì nel tardo pomeriggio, probabilmente si era messo di buona lena a svolgere le proprie mansioni. Non vedendolo tornare a casa per cena i famigliari si sono allarmati ed è toccato proprio fare la triste scoperta vicino al capannone che funge da deposito attrezzi e macchinari.


Per cause ancora in corso di accertamento la barra falciante del rasa erba sarebbe caduta addosso all’anziano, provocando il fatale schiacciamento della cassa toracica. Alle 21.16 è partita la chiamata al Suem e ai vigili del Fuoco: quando i soccorritori sono arrivati sul posto per il pensionato non c’era più nulla da fare. A seguito di questo incidente sono intervenuti ieri i tecnici dello Spisal per effettuare i rilievi del caso. Il trattore “incriminato” e la barra falciatrice sono stati nel frattempo sequestrati dal pubblico ministero. Si attende ora il nulla osta per l’ultimo saluto. —

Video del giorno

Champions League, Cristiano Ronaldo colpisce una steward: si scusa e le regala la maglia

Timballo di alici

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi