Contenuto riservato agli abbonati

Grotte del Caglieron riaprono a fine maggio. Raccolta di fondi per i lavori

Volontari al lavoro alle Grotte del Caglieron

Raggiunta la cifra di 70 mila euro per i lavori  di sistemazione dopo i danni  da maltempo del 5 dicembre. Ne servono centomila

FREGONA. Potrebbero essere riaperte al pubblico già a fine maggio le Grotte del Caglieron. Un’apertura che sarà condizionata anche alla raccolta di fondi che si concluderà il prossimo 9 maggio.

Intanto oltre settantamila euro sono stati già donati, grazie a 152 sostenitori, tra privati, aziende e associazioni. L’obiettivo della Pro Loco è raggiungere il tetto dei 100 mila. La somma raccolta servirà per finanziare i lavori di ripristino del percorso turistico danneggiato dal maltempo.


Lo scorso 5 dicembre, infatti, un forte nubifragio aveva seppellito i camminamenti delle Grotte, mentre le frane avevano compromesso alcune aree del parco. I danni complessivi erano stati quantificati in alcune centinaia di migliaia di euro. L’amministrazione comunale di Fregona, proprietaria del Parco, era intervenuta per la messa in sicurezza dell’area ma, a fronte dei danni, aveva dovuto decretarne la chiusura a tempo indeterminato.

Per questo motivo la Pro Loco, che ha in gestione il sito naturalistico, ha lanciato ai primi di marzo una campagna di crowdfunding su Produzioni dal Basso – prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation– in modo da ricavare risorse ulteriori per la copertura dei costi di rifacimento della passerella, del ripristino dei versanti franati e dei percorsi danneggiati dalle forti piogge.

«Stiamo proseguendo velocemente con i lavori di ripristino, eseguiti dai volontari», conclude la presidente della Pro Loco di Fregona, Francesca Bertolin, «stiamo inoltre predisponendo la documentazione per l’esecuzione dei lavoro più onerosi». —



© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Patate novelle croccanti con asparagi saltati, uova barzotte e dressing allo yogurt e senape

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi