Treviso, superati i 300 mila vaccini: «Da metà maggio tocca ai 50enni»

Vaccinazioni nel padiglione Fiera di Godega di Sant’Urbano, uno dei principali Vax Point allestiti dall’Ulss 2 in provincia di Treviso

Ulss in trattativa per un maxi hub privato. Oggi 3 maggio ci sono ancora 12 mila posti liberi per la fascia 60-69

TREVISO. La provincia di Treviso ha superato le 300 mila vaccinazioni, contando sia le prime che le seconde dosi: circa un trevigiano su tre ha già ricevuto una protezione almeno parziale. Un’accelerazione decisa, quella degli ultimi giorni, favorita dall’arrivo di quantità notevoli di AstraZeneca e Pfizer, tanto che ora si potrebbe porre il problema opposto: ci sono ancora 12 mila posti liberi per questa settimana per la fascia d’età 60-69 anni, e l’Ulss invita tutti a farsi avanti ricordando che l’unico modo per vaccinarsi è prenotarsi sul sito internet dell’azienda sanitaria (aulss2.veneto.it) o in farmacia. Se la tabella di marcia sarà rispettata, e se le forniture saranno regolari, dal 15 maggio si potrà partire con la fascia d’età più bassa, quella dai 50 ai 59 anni.

Vaccini e sedi


In questi giorni la macchina dell’Ulss 2 non si è mai fermata. Si è vaccinato anche il Primo maggio, al ritmo di 6-8 mila dosi al giorno. Il doppio di quanto avveniva un mese fa, ma la capacità dell’azienda sanitaria sarebbe di 10 mila punture quotidiane.

Serviranno dosi ma anche spazi adeguati in aggiunta a quelli attuali: «Siamo in trattativa con alcuni soggetti privati affinché ci mettano a disposizione i loro terreni» aggiunge il direttore generale dell’Ulss 2, Francesco Benazzi, «ci servirebbe una maxi sede da 4-5 mila vaccinazioni al giorno». I luoghi indiziati? Non è mai tramontata l’ipotesi dell’ex Pangossin lungo la Noalese, che si pensava potesse partire subito ma che poi ha subito una battuta d’arresto. Così come resta valido il piano Benetton, nella sede di Castrette di Villorba che la stessa azienda ha già messo a disposizione.

Le prossime tappe

Da oggi può prenotarsi sul sito dell’Ulss chiunque abbia tra i 60 e i 69 anni: come detto ci sono ancora 12 mila posti liberi per questa settimana, si può scegliere giorno, ora e luogo della vaccinazione. Confermato il Vax Day il 5 maggio per gli over 70 che ancora non si sono immunizzati, al quale si potrà accedere senza prenotazione e senza convocazione dell’Ulss.

«La campagna sta andando bene e negli ultimi giorni stiamo accelerando» ribadisce il dg Benazzi, «entro il 15 maggio potremmo finire con i 60-69enni e iniziare pertanto con gli over 50. La prenotazione tramite portale ci ha permesso di eliminare il problema delle dosi in più che talvolta avanzavano quando convocavamo persone che non si presentavano. Oggi chi non vuole vaccinarsi, semplicemente, non si prenota».

L’azienda sanitaria si augura che i 12 mila posti liberi vadano esauriti in fretta, in modo da poter andare avanti con le fasce d’età successive. Altrimenti, si procederà probabilmente con un Vax Day sul modello di quelli già organizzati finora a disposizione di chi non si è ancora protetto. Sono circa 300 mila le punture effettuate dall’Ulss 2, le seconde dosi sono circa il 34 per cento del totale. —



© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Fiammiferi di asparagi con aspretto di ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi