Treviso spegne la Ztl del centro per covid, via libera al traffico 

Il provvedimento in vigore da oggi per tutto il periodo della zona arancione per favorire asporto dei locali e negozi.

TREVISO. Libera circolazione in tutta l'area da anni ormai riservata solo ai residenti e ai commercianti.

Treviso spegne la Ztl del centro storico, un'ordinanza problematica

La Ztl del centro storico di Treviso da oggi, martedì 13 aprile, e fino al proseguire della zona arancione, è sospesa. Non ci saranno più sanzioni nè controlli, telecamere in stand-by, ogni automobilista sarà libero di percorrere in auto anche il cuore del centro storico.

I varchi trevigiani

Il provvedimento è stato assunto nella mattinata con la firma di una ordinanza che di fatto permette la deregulation del traffico in tutta l'area tra Calmaggiore, San Leonardo, San Vito, Cornarotta prima controllata da otto varchi elettronici attivi h24 e accessibile solo a chi aveva il pass o necessità di consegne. Non era mai stata assunta una simile decisione.

A indurre l'amminstrazione premere il bottone "off" anche molte pressioni da parte di cittadini e esercenti, pare. Nel testo dell'ordinanza infatti il comandante della polizia locale Andrea Gallo scrive: "Giungono all’Amministrazione comunale richieste sia da parte di privati che degli esercenti per rendere libero il transito in ZTL al fine di accedere alle attività che vendono alimentari da asporto nonché alle attività commerciali, favorendo in tal modo la clientela che può raggiungere più celermente i pubblici esercizi e le attività commerciali che operano in ZTL".

Via libera alle auto quindi, per quanto si vedrà. 

Fiammiferi di asparagi con aspretto di ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi