Abitazione a fuoco, paura a Farra Intossicati mamma e due bambini

Evacuato l’intero borgo e strada chiusa al traffico durante i soccorsi. Innesco da una stufa a legna

FARRA DI SOLIGO

Un furioso incendio è divampato ieri sera attorno alle 18.35 in un'abitazione a schiera lungo la Sp32, nel tratto che prende nome via San Francesco, a poche centinaia di metri dal centro di Farra di Soligo. La casa abitata da una famiglia di migranti è stata completamente avvolta dalle fiamme. Pare sia stato uno dei figli a lanciare l'allarme al resto della famiglia, composta da mamma, papà e dal fratello, che in fretta e furia si sono riversati in strada per mettersi in salvo. Mamma e bimbi hanno respirato del fumo acre e sono rimasti leggermente intossicati. Le cure sono state prestate sul posto dal personale del Suem, senza necessità di ricovero. Le fiamme intanto continuavano ad alimentarsi: tutta la struttura dell'abitazione, così quelle confinanti, fanno parte di un antico borgo di case con solai in legno. Tutte le abitazioni del borgo sono state preventivamente evacuate, chiusa alla circolazione la strada. Sul posto anche il sindaco. In pochi minuti sono giunti in via San Francesco ben cinque camionette dei vigili del Fuoco provenienti da Conegliano e Montebelluna e i carabinieri della stazione di Cison di Valmarino per bloccare il transito delle auto lungo la provinciale e permettere le operazioni di spegnimento in piena sicurezza. Ci sono volute ore ai pompieri per domare il rogo. Alle 20.15 sono iniziate le operazioni di bonifica che hanno richiesto diverse ore di lavoro. Secondo prime ricostruzioni, ad innescare l'incendio sarebbe stato un problema alla stufa a legna, situata in cucina e utilizzata per il riscaldamento casalingo. —




© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Sgarbi e Al Bano cacciati a fischi dal palco dell'Arena di Verona: era la sera dell'omaggio a Franco Battiato

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi